Le ultime notizie su possibili tagli alle #Pensioni di reversibilità risalgono allo scorso mese di febbraio, in quel caso dopo l'allarme lanciato da alcune associazioni di categoria arrivò l'immediata smentita da parte del #Governo. Una ritrattazione che non aveva lasciato tranquilli i pensionati italiani. In effetti, la riforma uscita a febbraio dalla finestra potrebbe rientrare a distanza di qualche mese dalla porta principale. In governo ha infatti inserito nel DEF (documento di economia e finanza) le norme proposte in precedenza, prevedendo un radicale cambiamento per le cosiddette prestazioni assistenziali, in cui rientra anche la pensione di reversibilità.

Pubblicità
Pubblicità

ISEE e pensione di reversibilità

Il tema cruciale della vicenda resta lo stesso: la pensione di reversibilità potrebbe essere considerata come una prestazione assistenziale e non più previdenziale. Un dettaglio non di poco conto, visto che per potervi accedere sarà utilizzato come parametro l'Isee (indicatore della situazione economica equivalente) in cui figura il reddito complessivo della famiglia, andando ad abbassare così notevolmente il numero delle famiglie che ne potranno usufruire.

Insomma, una vedova potrebbe vedersi cancellare il proprio diritto alla pensione di reversibilità anche se non ha una sua pensione o un suo reddito, ma per il solo possesso di una casa, un terreno o qualche soldo in banca. Inoltre, potrebbero rischiare un taglio anche altre prestazioni come: l'assegno sociale, gli assegni al nucleo familiare, le quattordicesime e tutti i trattamenti integrativi alla pensione.

Pubblicità

La risposta del Ministro Poletti

Come a febbraio anche ora è toccato al Ministro del lavoro svolgere il ruolo del pompiere, con Giuliano Poletti che ha smentito frettolosamente la notizia ed ha parlato di un “errore tecnico”. Difficile credergli, due indizi possono fare una prova, insomma il governo ci sta riprovando. Bisognerà prestare la massima attenzione vista la delicatezza e l'importanza della questione, molte vedove oggi vivono grazie alla pensione di reversibilità e perderla potrebbe essere davvero una grossa sciagura. #Matteo Renzi