Una novità che di certo non farà piacere a Renzi e al suo #Governo, già ripetutamente indebolito dalle indagini che hanno riguardato prima il padre del Ministro delle riforme Maria Elena Boschi, poi per le vicende di vari ministri dell'esecutivo ed infine le questioni legate al fratello dell'alleato principale Angelino Alfano. Ora è il turno di un'indagine che tocca un membro della famiglia del premier.

Il cognato di Renzi indagato a Firenze per riciclaggio

Si tratta del cognato di #Matteo Renzi, ossia il marito della sorella, Andrea Conticini, che risulta indagato dalla Procura di Firenze per riciclaggio: la sua abitazione di Rignano sull'Arno che è stata sottoposta a perquisizione.

Pubblicità
Pubblicità

In base agli elementi raccolti dall'accusa, Conticini avrebbe reimpiegato denaro sottratto dai suoi due fratelli ad organizzazioni umanitarie del calibro di Unicef e Operation Usa.

Sulle cifre in ballo in questa brutta vicenda c'è ancora il massimo riserbo da parte della Procura, ma secondo quanto scrive il quotidiano la Nazione, si tratterebbe di centinaia di migliaia di euro, tanto che la Banca d'Italia è stata allertata al riguardo ed ha messo in atto tutte le comunicazioni del caso.

Ovviamente si tratta di un'accusa infamante per Conticini, sposato con la sorella del Presidente del Consiglio, Matilde Renzi, che ora rischia una condanna dura, ma soprattutto pone ancora una volta l'esecutivo sotto il mirino delle critiche delle opposizioni per le tanti indagini che riguardano i membri del Governo.

Pubblicità

Infatti, dopo la Boschi e Alfano ora tocca a Renzi; nel frattempo il Movimento 5 Stelle si sta attivando per chiedere ancora una volta di tornare al più presto alle urne.

Dopo aver letto queste novità che inguaiano il Presidente del Consiglio ed il suo Governo, già in difficoltà, pensate che Renzi sia arrivato al capolinea e debba dimettersi o ritenete ci sia un accanimento dei giudici nei suoi confronti? Diteci la vostra nell'apposita sezione commenti ed alla prossima con nuovi aggiornamenti riguardo il mondo della politica. #Pd