In occasione della puntata di questo giovedì 18 maggio di "PiazzaPulita" su La7 è intervenuto Gino Strada, fondatore della Ong Emergency, che ha risposto alle domande del conduttore Corrado Formigli. Ecco le parti salienti di quello che ha detto.

'Su ONG campagna mediatica, Governo vuol militarizzare la questione migranti: sono una banda di militaristi'

Sulla recente polemica relativa al ruolo delle Ong sull'immigrazione, Strada ha detto: "Si tratta di chiacchiere, non è uscito niente di concreto e mi stupisce che un magistrato prima di lanciare questo allarme molto pesante non abbia avuto delle ragioni e dei fatti in mano, invece non è uscito niente.

Pubblicità
Pubblicità

Sembra proprio una campagna mediatica e io mi sono fatto l'idea che sotto c'è qualcosa, e che quel qualcosa sia il fatto che il nostro Governo intende militarizzare la questione dei #migranti, intende militarizzare il Mediterraneo e dare una risposta militare. Questa cosa è molto preoccupante, non tanto per noi come ONG, dato che la cosa non ci riguarda: noi abbiamo salvato 5 mila persone in mare nei due mesi in cui abbiamo fatto soccorso marino. La cosa preoccupante è che l'Italia sarebbe pronta a inviare 500 soldati in Niger, se ne è parlato poco, mi pare evidente la stupidità della cosa: si aspettano che tutti quelli che vogliono attraversare il confine libico vadano lì e chiedano un panino? E' una roba che non sta né in cielo né in terra. Poi si è detto giustamente tanto male di Boko Haram e ora si mettono i soldati per fermare quelli che fuggono proprio da Boko Haram? E' una pazzia".

Pubblicità

Più in generale Gino Strada ha ricordato: "Lo scorso anno sono aumentate per l'Italia dell'85% le esportazioni militari, io mi vergognerei se fossi un politico anche a esportare una sola pistola. A chi le vendiamo queste armi? Alla Turchia? Al Qatar e all'Arabia Saudita? Gli abbiamo venduto aerei, missili e quant'altro. E poi vediamo che di recente stanno bombardando lo Yemen. Chi decide queste cose? La notizia è uscita e poi subito sparita: il #Governo non ha interesse a far vedere pubblicamente che sono una banda di militaristi".

'Nessuna invasione di rifugiati, sono solo lo 0,3% della popolazione italiana'

Sul fatto che gli immigrati in arrivo sulle nostre coste sarebbero troppi, Strada ha detto: "Diamo le dimensioni della cosa: l'anno scorso ci sono stati in tutto il mondo 65 milioni di persone fra rifugiati e sfollati, fra questi 500.000 sono arrivati in Europa e tra loro solo 180.000 sono arrivati in Italia. Dov'è l'invasione? Stiamo parlando dello 0,3% della popolazione italiana. Guardiamo in faccia questi dati. I paesi da cui si scappa di più nel mondo sono Siria, Afghanistan e Iraq. Poi ci sono 300.000 bambini non accompagnati e in Italia ne sono arrivati solo 5.500. Per capire le migrazioni invito tutti a prendere la foto dei bambini su un barcone, a ritagliargli la faccia e metterci quella del proprio figlio". #guerra