Il mese di maggio sembra aver cambiato il vento per il Partito Democratico, che è tornato a farsi sotto al Movimento 5 Stelle, che da qualche tempo gli ha soffiato la leadership. Un banco di prova saranno le prossime elezioni amministrative, specie quelle che riguarderanno l’elezione del sindaco nelle grandi città, come ad esempio Verona, Genova e Palermo. Nell’attesa di scoprire l’esito delle urne, vediamo cosa dicono i #Sondaggi politici di SWG e LORIEN sull’andamento dei partiti italiani ed il loro posizionamento.

SWG: PD allunga su M5S, giù Lega Nord

Le intenzioni di voto dei cittadini fanno registrare un incremento per il #Pd (+0,3%), che sale al 29,5% andando ad allungare sul #M5S.

Pubblicità
Pubblicità

Quest’ultimo subisce una flessione (-0,6%), che lo fa scivolare al 26,7%. La sfida rimane comunque accesa, perché la distanza può essere colmata in breve tempo. A perdere maggior terreno è Lega Nord (-0,7%), che scende al 12,8%. Alle sue spalle si fa insidiosa Forza Italia, che guadagna lo 0,8%, fino ad issarsi al 12,3%. Bene anche Fratelli d’Italia (+0,5%) e il movimento Democratici e Progressisti (+0,5%), rispettivamente attestati al 5,1% e al 4,2%. In calo Alternativa Popolare (-0,2%), che si porta al 3%, così come Sinistra Italiana (-0,2%), che scende al 2,4%. C’è poi Rifondazione Comunista all’1,1% (+0,2%), mentre i Verdi vengono quotati allo 0,6% (-0,1%) e Italia dei Valori stabile allo 0,5%. Gli altri partiti raccolgono l’1,8%. Complessivamente, ottiene il 30,2% il Centrodestra.

LORIEN: crescita per CDX e MDP

Andando a guardare quanto rilevato dall’altro istituto di ricerche, si nota un calo da parte del partito di Matteo Renzi (-0,6%), che riduce il suo valore fino al 26,8%.

Pubblicità

Invece, per quanto riguarda il movimento di Beppe Grillo, abbiamo una crescita dello 0,3%, che gli permette di portarsi al 29,5%. In questo caso, quindi, abbiamo i pentastellati al comando. Nell’area di Centrodestra, che nel complesso ottiene il 32,2%, si registra un incremento da parte di tutti. Matteo Salvini al 14,8% (+0,8%), Silvio Berlusconi al 13,2% (+0,6%) e Giorgia Meloni al 3,7% (+0,3%). In positivo anche MDP (+0,5%), che sale al 3,1%, andando così a superare AP (3%), che ha perso lo 0,1% rispetto alla scorsa volta. In discesa anche Campo Progressista (-0,5%), che ottiene l’1,8%, così come SI (-1%), che viene attestata al 2,1%. Le restanti liste raccolgono il 2%. Prima di lasciarvi, vi invitiamo a seguirci per ricevere altre news sui sondaggi elettorali.