Anche quest'anno le associazioni animaliste hanno lanciato la campagna contro l'abbandono degli animali (cani e gatti, ma non solo: non tutti sono coscienti che si abbandonano anche i pesci rossi, e tartarughe) che durante l'estate presenta, come tutti gli anni, sono un trend crescente. L'abbandono degli animali domestici è un comportamento che si ritorce contro la società. Il cane abbandonato, se sopravvive diventa randagio, può creare incidenti di vario genere. Ma la colpa non è dell'animale, ma della razza umana esperta nell'auto danneggiarsi, perché se un cane randagio spaventato, affamato e ferito aggredisce un bambino di chi è la colpa?

Tra le iniziative di maggiore visibilità sul web spicca lo spot "Mondiali d'amore" delle associazioni Gaia Animali & Ambiente e Diamoci La Zampa. Il video è stato presentato per l'estate 2014, e rientra in un progetto di comunicazione sociale intitolato "Allegra, Yes I am". Segue lo spot creato dall'associazione Noi Animali Onlus Noi Animali e Oipa (2014) Noi Animali Onlus di Ancona e dalla sede di Milano dell'Oipa sempre per l'estate 2014 dove viene messo in risalto che ora è più facile viaggiare con il proprio amico a quatto zampe.

Tutti i video sono visibili su YouTube.

Tra queste iniziative vi è ovviamente quella dell'Enpa che mette in luce il fatto che agli animali domestici, in particolare il cane, pur non adottando comportamenti umani negativi come rubare e fare guerre, viene vietato l'ingresso o viene considerato pericoloso indipendentemente dalla taglia e dalla dimensione. Alle riflessioni dell'Enpa si aggiungono le raccomandazioni di contattare l'associazione in caso si assista ad un atto di abbandono durante l'estate.

CulturAmbiente Animals, con il patrocinio di Roma Capitale, ha lanciato anch'esso la sua campagna intotolata Combatti anche tu. Lo spot ha come testimonial Claudio Del Falco, campione europeo di kickboxing e la regia è di Michele Conidi. Anche l'ufficio Diritti Animali della Provincia di Milano ha lanciato la sua campagna estiva intitolata PortiAMOli con noi. Si tratta di un progetto che ha come obiettivo quello di sensibilizzare l'opinione pubblica su quanto sia terribile per un animale domestico essere abbandonato e non solo per quest'ultimo, ma anche per l'intera società dal punto di vista della salute pubblica e dell'economia.

Lo slogan della campagna recita "Gli animali non sono rifiuti, se li abbandoni li condanni a morte".

Vi è poi il video che fa parte della campagna social #ionontiabbandono lanciata sul web e sui social network nel 2014. La nuova campagna nasce da una idea di Elisa Guidarelli. Gli utenti ambientalisti dei social network sono da tempo impegnati non solo sulle campagne contro l'abbandono dai gruppi di amanti degli animali delle associazioni che di quelli spontanei.

Segui la pagina Ambiente
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!