Secondo i ricercatori della University of Edinburgh, per salvare il nostro pianeta dall'inquinamento ambientale dovremmo mangiare insetti al posto della carne.

Moda o verità?

Lo studio "Could Consumption of insects, cultured meat or imitation mead reduce global agricultural land use" condotto dai ricercatori della University of Edinburgh, ha scoperto che sostituendo il consumo di carne con quello di insetti, le emissioni di CO2 nell'aria si ridurrebbero notevolmente.

Non una moda quindi, ma una verità con risultati scientifici pubblicati sulla rivista "Global Food Security" che attestano la validità della tesi dei ricercatori: pensate che ben il 51% delle emissioni nel mondo di CO2 viene prodotto dalle mucche e solo il 13% dai veicoli stradali.

Sembra quindi essere necessaria la riduzione degli allevamenti intensivi aumentando invece il consumo di insetti che, secondo gli studiosi, fornirebbero la giusta quantità di proteine o con alimenti vegetariani (con prodotti a base di soia).

Quali insetti?

Alcuni insetti come le larve dei vermi della farina o le cavallette in età adulta che assolutamente possono essere allevate in maniera economica e salutare rispetto agli animali che sono negli allevamenti intensivi dal momento che producono meno gas serra e consumano meno acqua.

Inoltre, sembrerebbero essere una fonte di grassi, micronutrienti e proteine disponibile già dopo pochi giorni dalla nascita, a differenza delle mucche che diverrebbero pronte al consumo solo dopo nove mesi di allevamento.

I dati utilizzati nella ricerca sono stati forniti dall'Organizzazione per le Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura e grazie a questi, si è potuto constatare che, adottando questa soluzione al problema, potrebbero essere liberati ben 1.680 milioni di ettari di terra, circa 70 volte la grandezza del Regno Unito.

"Cambiamenti che tra qualche anno potrebbero divenire normalità per la salvaguardia del pianeta" ha dichiarato Peter Alexander, uno dei ricercatori dello studio che ha specificato che il cambiamento in materia alimentare potrebbe già iniziare sostituendo la carne bovina con il pollo e con l'introduzione degli insetti nelle diete.

Il parlamento europeo ha già approvato l'importazione di insetti esotici nel nostro paese suscitando però parecchie polemiche nella maggioranza della popolazione come per gli OGM; un'altra fetta di mercato però, è stata fiera della scelta affermando che il "NO all'insetto" è solo una restrizione mentale a cui ci hanno abituato.

Segui la nostra pagina Facebook!