Impegno domenicale all'ora di pranzo per la Roma, che dopo la vittoria nei quarti di finale di Coppa Italia contro la Juventus adesso si butta all'inseguimento dei bianconeri anche in campionato giocando al "Bentegodi" contro il Verona di Mandorlini. I gialloblù sono una delle rivelazioni di questo torneo e occupano attualmente il quinto posto della classifica in coabitazione con l'Inter.

Dopo aver perso, di misura, contro il Milan nell'ultimo turno adesso il Verona vuole proseguire nella sua marcia. Mandorlini per l'occasione ritrova Toni al centro dell'attacco e lo schiera appunto titolare, affiancato da Iturbe e Gomez.

In mezzo al campo tocca ancora a Cirigliano, che ormai ha preso il posto di Jorginho ceduto al Napoli.

La Roma di Rudi Garcia ha tre defezioni sicure, quelle degli infortunati Balzaretti e Romagnoli e quella del nuovo acquisto Bastos, non ancora in condizione. Ci sono ancora dei dubbi di formazione per il tecnico giallorosso, che a sinistra dovrebbe schierare stavolta dall'inizio Dodò, lasciando Torosidis in panchina. Confermata la coppia di centrali formata da Castan e Benatia. A centrocampo questa volta dovrebbe rimanere fuori Nainggolan. De Rossi schermo dalla difesa affiancato da Strootman e da un Pjanic sempre più richiesto sul mercato.

In attacco Totti dovrebbe tirare il fiato, lasciando il suo posto da perno del reparto offensivo a Mattia Destro, che sta timbrando con regolarità il cartellino e che sembra essere ormai anche al top della condizione atletica.

Con Gervinho sicuro titolare, l'ultimo nodo da sciogliere è il ballottaggio tra Ljajic e Florenzi, con il primo favorito.

Questa dunque la probabile formazione della Roma: De Sanctis, Maicon, Benatia, Castan, Dodò, Pjanic, De Rossi, Strootman, Ljajic, Destro, Gervinho.