La grande sfida: ore 20 e 45 tutti al San Paolo di Napoli, in uno stadio storico che ne fa da cornice, e ciò nonostante, c'è chi dice abbia delle visibili e insopportabili cadenze strutturali, come affermò il giornalista sportivo di Mediaset Sandro Piccinini, dicendo che la sala stampa era impraticabile e che i servizi igienici scadenti.

Pronta la secca risposta della società nel dire che il comune si dovrebbe occupare di risanare queste parti inefficienti. Con la partita di calcio tra Napoli contro la Juventus, chi non può ricordare le continue sfide tra Maradona e Platini, ma oggi sono altri tempi e i giocatori partenopei vogliono regalare al proprio pubblico una grandissima soddisfazione in chiave Champions League, battere la "signora" che di sicuro alla fine dell'anno, vincerà un altro scudetto.

Andrea Pirlo vorrebbe segnare un altro goal come fece all'andata, almeno ci spera. Di solito, nel calcio sarebbe opportuno non sbilanciarsi, anche perché a volte accadono dei risultati imprevedibili. Higuain, il vero leader della squadra, chiamato il "pipita", in cuor suo vorrebbe rivedere, come sperano gli altri migliaia di tifosi, Maradona esultare ad un suo goal, come successe contro la Roma accanto al presidente Aurelio De Laurentiis, poi criticato si dice per avere fatto un gesto tradizionale napoletano come la "pernacchia", ma lui stesso si difese dicendo che non era vero.

Quali saranno le formazioni che scenderanno in campo? Tra recuperi vari di infortuni e squalifiche per entrambe le squadre, proprio per queste ultime, non ci sarà Carlito Tevez e quindi un pericolo in meno per la difesa del Napoli abbastanza in difficoltà contro giocatori del genere, ma sicuramente a tutti mancherà la sfida contro il suo connazionale Higuian.

Scenderanno sicuramente in campo Osvaldo e Llorente, ma Conte avrà ancora una volta l'imbarazzo della scelta, visto che in panchina siedono Vucinic, Giovinco la formica atomica e secondo i molti tifosi napoletani, il traditore Quagliarella.

Che dire della sfida tra i due centrocampi. Da una parte, quello bianco nero presenterà il solido sergente e immortale Andrea Pirlo e lo straripante cileno Vidal, che ha sempre segnato al Napoli per non parlare di Pogba, il giovane genietto francese, che già si dice in partenza verso l'estero, voci lo avvincano al Real Madrid proprio per sua insistenza.

Il centrocampo del Napoli non è da meno. Davanti ai difensori, ci sono Inler e il giovane Jorginho, che ha scelto la nazionale italiana e anche lui spera in una convocazione da parte del Ct Prandelli per il prossimo mondiale.

Ciò che in molti sperano, sportivi e non, che in questa partita ci sia tanto spettacolo: difatti il Napoli in casa si è mostrato sempre forte nel gioco, vedi anche le partite contro l'Arsenal e il Borussia Dortmund, e proprio per questo aspetto, Conte e i suoi faranno attenzione ai "tre moschettieri" Callejon, grande uomo partita e decisivo in tantissime sfide, il napoletano Insigne che chi come lui, napoletano verace, non sente questa partitissima e in fine il capitano, Marek Hamsik.

Attraverso un tweet, il presidente Aurelio De Laurentiis augura tutti buona fortuna, sentendo che questa sera, sarà un partita magica ricca di spettacolo. Difatti come sempre in questi ultimi anni, da quando Napoli e Juventus si sono scontrate in serie B fino all'arrivo in Serie A, le due società hanno offerto sempre delle bellissime partite e si dice che già pensino al mercato, come il Napoli che ultimamente si parla già di un accordo con il forte centrocampista Javier Mascherano che ora gioca nel Barcellona, per un Napoli sempre più argentino.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Pronostici Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!