Inter - Mazzarri, siamo ai titoli di coda. L'ennesimo risultato negativo interno fatto registrare contro il Bologna, ha fatto infuriare Erick Thohir, il quale ora sta seriamente pensando di esonerare il tecnico toscano. La squadra nerazzurra ha strappato un "risicato" 2-2, dopo essere passata due volte in vantaggio, sbagliando un rigore - il primo ottenuto dall'inizio del campionato - e rischiando addirittura di perdere all'ultimo secondo. 

Il presidente dell'Inter, al termine del match, ha lasciato lo stadio senza passare neanche a salutare giocatori e allenatore nello spogliatoio, e questo la dice lunga sulla rabbia e la delusione che montano nell'animo del magnate indonesiano. Intercettato dai giornalisti all'uscita di San Siro, Thohir ha così spiegato la sua decisione: "Ho preferito lasciare spazio per riflettere a giocatori e allenatore". Forse, anche lui si è preso un po' di tempo per riflettere bene sul futuro di Mazzarri, e soprattutto su tempi e modalità di un eventuale esonero.

Chiamato a risollevare le sorti dell'Inter dopo la pessima parentesi Stramaccioni, l'ex allenatore del Napoli, dopo un inizio incoraggiante, ha gradualmente perso il controllo della situazione, cominciando ad inanellare una serie di risultati negativi - soprattutto in casa - che rischiano di lasciare i nerazzurri fuori dall'Europa per la seconda stagione consecutiva. Il tecnico toscano non solo non sta facendo meglio del suo predecessore, poiché ha gli stessi punti dell'anno scorso - cinquanta - e la situazione è aggravata dal fatto che almeno Stramaccioni aveva dovuto pagare la stanchezza per l'Europa League e i numerosi infortuni occorsi durante l'anno.

Nonostante le rassicurazioni recenti da parte di Thohir, dopo il pareggio col Bologna, Mazzarri sembra sempre più un ex tecnico nerazzurro. C'è da vedere se il presidente dell'Inter deciderà di mandarlo via subito - optando per una soluzione interna nelle 6 gare che restano da giocare - oppure se resisterà fino al termine della stagione per dare il benservito all'allenatore di San Vincenzo. Su tutti, il candidato principale a sedersi sulla panchina interista nella prossima stagione, pare sia Sinisa Mihajlovic, ottimo tecnico, gran trascinatore e motivatore, un allenatore che sa lavorare con i giovani e che avrebbe già fatto sapere di voler puntare sul rilancio di Kovacic, abbandonato al suo destino da Mazzarri. 

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!