I giochi sono fatti e non si può più tornare indietro, ma la decisione di Prandelli di eliminare dai 23 finali Pepito Rossi continua a far discutere. Dopo una notte sicuramente non tranquilla arriva la tanto attesa risposta dell'attaccante viola al commissario tecnico della nazionale.

Rossi: "Non sono fuori forma"

Rossi sceglie Twitter per far conosce il proprio dissenso sulla decisione presa. Non si tratta di un solo cinguettio ma di tre accorati messaggi. In due tweet Rossi reagisce d'istinto attaccando la scelta dell'allenatore di non convocarlo mentre nell'ultimo si mostra patriottico affermando "Ora non resta che tifare Italia.

Forza Azzurri", molto probabilmente fremente di verde rabbia: cosa riusciranno a fare i suoi compagni senza di lui? Solo il tempo potrà dirlo.

Ciò che non ha digerito Pepito Rossi è stata la motivazione ufficiale con cui Prandelli lo ha liquidato, "scarsa forma fisica". Dopo il classico "non me l'aspettavo" per mezzo web, Rossi ga dichiarato: "Dicono che sono fuori forma. Chi è convinto di ciò richieda i valori dei test svoli in settimana e avrà le giuste risposte". L'attacco al CT è poi proseguito in un mix di rabbia e delusione: "Anticipo il pensiero e i movimenti del difensore, la prossima volta mi comporterò da dilettante e aspetterò di essere preso a calci. Io paura dei contrasti? Non fatemi ridere".

Il web si schiera con Pepito

Il web si schiera dalla parte di Giuseppe Rossi mostrando il proprio dissenso per la scelta di Cesare Prandelli. A dodici giorni dalla prima uscita ufficiale in Brasile si scatenano così le prime polemiche. Ora starà a Prandelli far capire che Rossi non era realmente utile al gruppo azzurro, altrimenti l'attacco dei tifosi sarà funesto.

Il tormentone per il mondiale è già servito.

Segui la nostra pagina Facebook!