Fisico imponente (è alto 1,91 per un peso forma di 88 kg), Mehdi Benatia è il difensore moderno con le caratteristiche ideali per far fare il salto di qualità a un intero reparto e dunque un pezzo pregiato del Calciomercato estivo di questo 2014 post-mondiali. Nato a Courcouronnes, il 17 aprile 1987, il calciatore attualmente in forza alla Roma di Rudi Garcia giunta seconda nello scorso torneo di A alle spalle di una Juve-cannibale viene "tirato per la giacchetta" da più parti.

Pubblicità
Pubblicità

E' successo infatti che l'infortunio occorso a Martinez ha creato una pericolosa falla nella scacchiera tattica del quotato Bayern made in Guardiola (il quale da calciatore militò anche nelle file giallorosse). L'offerta si aggirerebbe sui 30 milioni di Euro circa, non troppo distante dai 37 ipotizzati dalla società proprietaria del cartellino.

Roma: conviene davvero cederlo?

Chi fa l'affare a questo punto? Tutto dipende dalle capacità dei giallorossi di trovare in tempi rapidi un sostituto davvero all'altezza di rimpiazzare un atleta che ci ha messo davvero poco, un po' come accaduto al folkloristico Gervinho, per entrare nel cuore dei tifosi, anche perché le sue prestazioni sono caratterizzate da un notevole ardore agonistico che trascina l'intera squadra.

Pubblicità

Su Benatia c'è da tempo anche il Manchester United, altra blasonata formazione dell'elite europea che vuole rinforzare il pacchetto difensivo per tornare in alto. Lo United non vive un buon momento come è emerso nell'esordio in campionato, quando ha ceduto in casa allo Swansea. Benatia milita anche nella Nazionale marocchina ma ha trascorsi nelle giovanili di Francia. Tecnico, rapido e potente, Benatia proviene dall'Udinese dove non aveva però conquistato l'attenzione mediatica garantita da una platea importante come quella romana sponda giallorossa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Calciomercato A.S. Roma

Nello scorso campionato ha confermato anche buone capacità realizzative sulle palle inattive, il che non guasta. La parola passa ora ai vari procuratori che dovranno studiare le migliori soluzioni sia per il giocatore che per le società interessate.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto