Tifosi della Roma, avete appuntato le date sul calendario? Roma-Feyenoord, gara valida per i sedicesimi di finale di Europa League come decretato dal sorteggio di oggi a Nyon, si giocherà con sfide di andata e ritorno il 19 e il 26 febbraio. E la Roma ci tiene davvero tanto ad andare avanti in questa competizione europea. Mancano ancora dunque due mesi per questa partita di Europa League, ma la Roma farà bene a preoccuparsi fin da ora dei suoi prossimi rivali.

Diamo un'occhiata allora alla rosa del Feyenoord, a come gioca la squadra di Rutten e a quali sono i migliori giocatori dell'undici olandese. Prima di tutto va detto che il Feyenoord, squadra di Rotterdam, attualmente sta lottando per le prime posizioni nel campionato olandese, segno che il lavoro di Rutten, l'allenatore, sta dando i suoi frutti.

Questo tecnico predilige far scendere in campo la sua squadra con un modulo abbastanza offensivo, il 4-2-1-3, con il numero 10 Immers che è chiamato a svolgere il ruolo di uomo ovunque del centrocampo: primo a dare fastidio quando la manovra la impostano gli avversari, regista a tutto tondo quando è il Feyenoord ad avere in mano il pallino del gioco.

Il centravanti titolare del Feyenoord è Kazim-Richards, 28enne ormai nel pieno della maturità calcistica. Non un cecchino infallibile, comunque un buon giocatore, da non sottovalutare. In porta c'è un ottimo portiere come Vermeer, che sulle sue spalle ha una discreta esperienza, mentre in difesa tocca al "vecchio" Boulahrouz essere la guida: ci sono anche elementi con ancora maggior esperienza, come ad esempio il terzino destro australiano Wilkshire.

I migliori video del giorno

Se c'è un giocatore che invece la Roma dovrà tenere d'occhio in questa sfida valida per i sedicesimi di finale di Europa League, beh, questi è sicuramente Jean Paul Boetius, 20 anni, attaccante esterno del quale si dice un gran bene. Sarà un Feyenoord molto ambizioso quello che sfiderà la Roma, ecco perché a febbraio ci attendiamo una contesa, nell'arco dei 180 minuti, più equilibrata di quel che si possa pensare.