Era la finale annunciata e non poteva andare diversamente. Sabato 20 dicembre alle ore 20.30 lo Stade de Marrakech sarà il teatro della finale di Coppa del Mondo per club 2014 tra il Real Madrid e il San Lorenzo: la super corazzata di Carlo Ancelotti e la squadra del cuore di Papa Francesco. Sfida affascinante che evoca le vecchie finali di Coppa Intercontinentale prima della nuova formula a mini torneo entrata in vigore dal 2005 che prevede la partecipazione delle squadre leader dei vari continenti. Certo, da un punto di vista squisitamente tecnico solo un miracolo può aiutare il San Lorenzo de Almagro ad alzare al cielo la coppa del mondo, essendo però la squadra del Papa, chissà.

A parte le facili battute il livello attuale del Real è impressionante, non crediamo che esista attualmente al mondo squadra dello stesso valore dei Galácticos, non a caso Ancelotti nella categoria dei tecnici e CR7 tra i calciatori sono in corsa per il Pallone d'oro. La missione per gli argentini è a dir poco proibitiva.

Il torneo in Marocco si era aperto con il play off tra i neozelandesi dell' Auckland City e i marocchini del Moghreb Tetouan. Ha vinto l'Auckland ai rigori. Con l'accesso in tabellone dalle semifinali di Real e San Lorenzo, si sono disputati i quarti di finale: l' Auckland City ha avuto la meglio anche degli algerini dell'ES Setif(1-0) , e nell'altro match i messicani del Cruz Azul hanno battuto gli australiani del Sidney Wanderers(3-1). Quindi le semifinali con l'entrata in scena dei Campioni d'Europa, il Real passeggia con il Cruz Azul: 4-0 con reti di Ramos, Benzema, Bale, Isco, e Casillas para anche un rigore ai messicani, compiendo la seconda prodezza in pochi giorni dopo quello neutralizzato all'Almeria in Liga.

I migliori video del giorno

21esima vittoria consecutiva per il Real e finale centrata.

Nell'altra semifinaleil debutto del San Lorenzo è stato meno disinvolto di quello degli spagnoli, ci sono voluti infatti 120 minuti alla squadra cara al Papa per avere la meglio del sorprendente Auckland City, campione neozelandese e vincitore dell'ultima Coppa d'Oceania. Il San Lorenzo era passato in vantaggio allo scadere della prima frazione con un gol dell'ex Catania Barrientos, al 22' della ripresa Berlenga ristabiliva la parità per l' Auckland: 1-1 al 90' e si va all'extra time dove decide il match Matos dopo 3'minuti dall'inizio dei supplementari: il San Lorenzo fa un bel regalo al Papa nel giorno del suo compleanno e raggiunge in finale il Real Madrid. Ancelotti ha già vinto il mondiale con il Milan, Edgardo Bauza, tecnico della formazione argentina, ha già vissuto una finale per club quando era sulla panchina del Liga Quito, in Ecuador, perse onorevolmente 1-0 con il Manchester United. Il sogno degli argentini a questo punto è fare scalo a Roma per portare la coppa del mondo a Bergoglio, salvo miracoli però dovranno accontentarsi di aver portato in Vaticano la Copa Libertadores conquistata questa estate.

Real Madrid-San Lorenzo - Le Probabili formazioni

Real Madrid (4-3-3): Casillas; Carvajal, Sergio Ramos, Pepe, Marcelo; Khedira , Kroos, Isco; Bale, Benzema, Ronaldo. Allenatore Ancelotti

San Lorenzo (4-1-4-1): Torrico; Buffarini, Yepes, Kannemann, Mas; Ortigoza; Kalinski, Matos, Veron, Barrientos; Villalba. Allenatore Bauza