Nonostante giorni di apparente calma piatta, il Milan è fortemente operativo sul mercato degli attaccanti. Secondo quanto riportato dalla 'Gazzetta dello Sport' oggi in edicola, quest'oggi i rossoneri invieranno in Colombia il medico sociale Stefano Mazzoni ed il direttore sportivo Rocco Maiorino: obiettivo, sottoporre il neo-acquisto Carlos Bacca alle visite mediche di rito e fargli quindi firmare il contratto che lo legherà per i prossimi 5 anni al club di Via Aldo Rossi.

Pubblicità
Pubblicità

L'ormai ex attaccante del Siviglia non si aggregherà però al gruppo al raduno di Milanello, previsto per il prossimo 3 luglio, in quanto reduce dalla Coppa America.

Bacca, però, non sarà l'unico attaccante a sposare la causa del nuovo Milan di Siniša Mihajlović. I rossoneri, infatti, continuano sempre a sperare nel ritorno in Italia di Zlatan Ibrahimovic, poderoso cannoniere svedese già ammirato con la maglia del Diavolo dal 2010 al 2012 (85 partite, 56 reti).

Pubblicità

Ieri, con un articolo apparso su 'France Football', i giornalisti francesi lo hanno di fatto 'scaricato', consigliando al PSG di rinunciare al suo apporto poiché definito giocatore non più decisivo come una volta. Peccato che i numeri dicano il contrario: in tre anni passati nella Capitale francese, Zlatan Ibrahimovic ha difatti messo a segno 106 reti in 129 gare. Una media gol pazzesca, per un attaccante che il prossimo 3 ottobre compirà 34 anni.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Milan Calciomercato

Adriano Galliani continua a lavorare per un suo ritorno, forte del gradimento del calciatore, che ha già espresso la sua volontà di far rientro al Milan, e della bravura del suo procuratore, Mino Raiola, nel forzare questo genere di operazioni. Con Ibrahimovic il Milan avrebbe già trovato un accordo di massima, per un contratto triennale da 7 milioni a stagione più bonus, mentre andrebbe trovata l'intesa con il PSG, non disponibile a lasciar partire Ibra per meno di 10 milioni di euro. Attesi sviluppi nel corso di questo mese di luglio, se non addirittura ad agosto.

Intanto, però, il Milan continua a lavorare sulle alternative. E' previsto per oggi un incontro tra la dirigenza rossonera e l'agente Fali Ramadani: ufficialmente, si parlerà di Matija Nastasić, 22enne difensore serbo dello Schalke 04 seguito dal Milan da un paio di stagioni, ma il Milan coglierà l'occasione per chiedere informazioni anche su Stevan Jovetić, corteggiato anche dall'Inter e dalla Juventus. Non vanno dimenticate le ipotesi che portano a Mohamed Salah, in rotta con la Fiorentina, Marko Pjaca, 20enne della Dinamo Zagabria, e Luiz Adriano, 28enne bomber brasiliano dello Shakthar Donetsk che può arrivare in rossonero a parametro zero dal 1° gennaio 2016.

Pubblicità

Sullo sfondo, però, resta una clamorosa operazione abbozzata con la Juventus. Nei giorni scorsi, infatti, c'è stato un reale contatto tra Adriano Galliani e Giuseppe Marotta, dirigente bianconero, per un insospettabile: Fernando Llorente. La Juventus, infatti, ha speso molto in attacco, con gli acquisti di Mario Mandžukić (21 milioni) e Paulo Dybala (32) e vorrebbe rientrare dalle spese cedendo il basco: soltanto che Llorente continua a rifiutare tutte le destinazioni che gli vengono proposte.

Pubblicità

Allora Marotta lo ha proposto al Milan, alla ricerca di un centravanti, trovando anche terreno fertile nella società rossonera, dichiaratasi secondo 'Tuttosport' disponibile a prelevare il 30enne centravanti. In un unico caso però: qualora saltasse definitivamente la trattativa per Zlatan Ibrahimovic.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto