La Juventus manda un forte segnale al campionato, battendo per 3-1 la Fiorentina nel posticipo della 16esima di campionato: gli uomini di Allegri scavalcano così in classifica la Roma, portandosi a meno due dal Napoli e dalla stessa Fiorentina e a meno sei dalla capolista, l'Inter di Mancini. I bianconeri vanno sotto dopo appena due minuti: fallo di Chiellini su Bernardeschi e secondo Orsato è calcio di rigore che viene trasformato da Ilicic. Passano tre minuti e la Juve pareggia: cross di Evra e Cuadrado con uno strano pallonetto di testa beffa Tatarusanu.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

La partita è splendida, sia tatticamente che nei ritmi di gioco, con la Fiorentina che cerca di stare alta e di mantenere il possesso palla e la Juve che pressa a tutto campo.

Nella ripresa, i bianconeri prendono decisamente il pallino del gioco con i viola che sembrano calare fisicamente. L'egemonia della squadra di Allegri, però, non riesce ad essere particolarmente pericolosa fino all'ottantesimo quando Mandzukic riesce splendidamente a smistare a centrocampo un pallone per Pogba che avanza per poi servire d'esterno destro Dybala: l'argentino calcia con Tatarusanu in uscita che riesce a deviare ma proprio sull'accorrente Mandzukic che schiaffa il pallone in rete. Con la Juve in vantaggio, la viola tenta il tutto per tutto ma viene punita in contropiede con una splendida azione di Dybala che dribbla tutti e deposita il pallone in rete per il trionfo bianconero. Ora la squadra di Allegri sarà impegnata domenica alle 12,30 a Modena contro il Carpi; per la Fiorentina, l'occasione del riscatto si presenterà al 'Franchi' contro il Chievo.

I migliori video del giorno

Juventus-Fiorentina: Allegri 'Buon momento', Paulo Sousa ringrazia

Nel dopo partita, Allegri cerca di smorzare gli animi anche se è ovviamente contento della prova offerta dai suoi ragazzi contro un'ottima Fiorentina: 'Stiamo vivendo un buon momento: ora dobbiamo pensare al derby di Coppa Italia e poi al Carpi, vinciamo per mantenere la posizione - dice il tecnico bianconero a Sky - Siamo ancora indietro, per la rimonta serve continuità, dobbiamo accorciare ma è chiaro che dipende anche dagli altri. C'è sempre da migliorare ma stiamo giocando discretamente bene. Rimontare in sei giornate non era semplice, specialmente in Italia infilare un filotto così non è affatto facile.

Il tecnico della Fiorentina, l'ex di turno Paulo Sousa ringrazia tutti per come è stato riaccolto a Torino e ammette di aver trovato una Juventus difensivamente molto forte: 'Siamo stati sempre propositivi con il nostro gioco - dichiara il tecnico viola - nella ripresa abbiamo attaccato di meno ma perchè sono stati bravi loro a pressare.

Il nostro obiettivo rimane sempre lo stesso: essere propositivi, divertirci con il nostro calcio e vincere il più possibile'.

Juventus-Fiorentina, voti ufficiali Gazzetta dello Sport Fantacalcio serie A, domenica 13 dicembre 2015

Il 'folletto' Paulo Dybala è imprendibile, sguscia, parte e non lo tiene nessuno: match-winner insieme a Mandzukic.

Buffon senza voto e un gol subito, Barzagli 6,5, Bonucci 6,5, Chiellini 5,5; Cuadrado 6,5 e una rete realizzata, Khedira 5,5 (Sturaro 6,5), Marchisio 6,5 e ammonizione, Pogba 6,5 e ammonizione, Evra 6,5 e un assist (Alex Sandro 6); Mandzukic 7,5 ammonizione e un gol segnato (Morata senza voto), Dybala 7,5 e una rete realizzata.

Federico Bernardeschi è il migliore all’inizio: dribbla e copre, poi cala come tutta la Viola.

Tatarusanu 5 e tre reti subite; Tomovic 6, Rodriguez 5,5, Astori 5; Bernardeschi 6,5, Badelj 6, Vecino 6 e ammonizione (Mati Fernandez senza voto), Alonso 5 e ammonizione (Pasqual ammonizione senza voto); Ilicic 6 ammonizione e un gol segnato (Rossi senza voto), Borja Valero 6 e ammonizione; Kalinic 5.