Una Juventus assolutamente devastante anche in Coppa Italia come in Campionato: ad Allegri verrebbe da dire, 'Peccato che arrivi la sosta natalizia'. I bianconeri rifilano un poker al Torino nel 190esimo derby della Mole e passano tranquillamente ai quarti di finale della competizione dove aspetteranno la vincente di Lazio-Udinese. Grandissimo protagonista della prima parte del match Simone Zaza, autore del gol del vantaggio bianconero con uno splendido tiro al volo su cross di Morata.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

L'ex centravanti del Sassuolo si ripete al sesto della ripresa, al termine di una bella azione personale finalizzata da una precisa conclusione. Pochi minuti prima, l'espulsione di Molinaro per doppia ammonizione.

Dopo la rete del doppio vantaggio, poco più che un allenamento per la squadra di Allegri che, pur pensando a risparmiare le forze, arrotonda facilmente il risultato con due 'perle' di rara bellezza: la prima è lo splendido tiro a giro di Dybala al 73esimo e la seconda è la punizione fulminante e all'incrocio dei pali firmata da Paul Pogba.

Davvero poco Torino, anche in parità numerica, e una Juventus che non ha mai rischiato nulla in difesa tanto è vero che Neto non ha effettuato alcun intervento. Buona la prova di Daniele Rugani al centro della retroguardia, così come quella di Khedira in mezzo al campo. Ora per la Juventus, ultimo match di campionato, domenica prossima alle 12.30 a Modena, contro il Carpi che ieri ha sorprendentemente eliminato la Fiorentina dalla Coppa Italia.

I migliori video del giorno

Juventus-Torino: Allegri 'Squadra omogenea', Ventura scontento

Paul Pogba, a fine partita, non ha potuto fare a meno di esprimere tutta la propria soddisfazione: 'Concentrati fino alla fine, sì, abbiamo fatto una grande partita.' Il gol su punizione è la ciliegina sulla torta: 'Mi sto allenando anche perchè Andrea ci manca molto. Ho voluto dedicare il gol a Bryan, un piccolo nostro tifoso di 11 anni malato di tumore, lui è nel mio cuore'. 

Allegri non ha dubbi: 'Stasera il merito va riconosciuto tutto ai ragazzi che hanno affrontato la partita nel migliore dei modi - sottolinea l'allenatore bianconero - con grande responsabilità. Ora la squadra è omogenea, all'inizio avevamo 10 giocatori nuovi, ci voleva un pochino di tempo. Siamo partiti male in campionato ma è buon segno come, pur cambiando 5 giocatori, la squadra gioca sempre bene. Questo è molto importante: da domani penseremo alla partita con il Carpi'.

Ventura non è soddisfatto: 'E' vero, non abbiamo fatto un tiro in porta ma fino al 50' eravamo in partita - sottolinea il tecnico dei granata - una volta preso il 2-0 la gara è finita. Avremmo dovuto avere un atteggiamento diverso'.

Juventus-Torino, voti ufficiali Gazzetta dello Sport Coppa Italia, mercoledì 16 dicembre 2015

Neto 6; Rugani 6, Bonucci 6, Chiellini 6; Lichtsteiner 6,5, Khedira 6,5 (Padoin 6), Marchisio 6,5 (Hernanes 6), Pogba 7, Alex Sandro 6,5; Morata 7, Zaza 7 (Dybala 7).

Ichazo 5,5; Bovo 5, Glik 5, Moretti 5,5 (Avelar senza voto); Bruno Peres 5, Acquah 5, Gazzi 5,5, Baselli 5,5 (Silva 5,5), Molinaro 4,5; Belotti 6 (Quagliarella 5,5), Maxi Lopez 5.

Marcatori: al 28' e al 51' Zaza, al 73' Dybala e all'83' Pogba.

Espulsioni: al quarto della ripresa Molinaro per somma di ammonizioni.

Ammonizioni: Zaza, Molinaro, Marchisio, Acquah.