Fortuna o no, non è dato sapere. Ma sicuramente i blancos non se la stanno passando bene tra amuleti e portafortuna. Infatti arrivano notizie poco confortanti dallo Stadio Olimpico, dove questa sera scenderanno in campo Roma e Real Madrid, per la gara di andata degli ottavi di finale di Champions League.

Le merengues, guidate da Zinedine Zidane, rischiano di perdere un altro pezzo. Infatti, dopo gli infortuni di Bale, Pepe e Marcelo, l'ex calciatore della Juventus e della nazionale francese rischia di perdere anche James Rodriguez, giovane attaccante colombiano pronto a scendere in campo nel tridente composto da Cristiano Ronaldo.

Il calciatore sudamericano soffre di mal di schiena: secondo quanto riportato da SkySportci sono ancora forti dubbi per quanto riguarda il suo utilizzo. Sembra che ci sia ottimismo all'interno dello staff medico del Real Madrid, ma ciò non dirada i dubbi sul suo impiego nella gara di questa sera.

I precedenti tra Roma e Real Madrid

Nonostante la Roma abbia partecipato una sola volta alla tanto cara Coppa Campioni, capitolini e madrileni si sono sfidati spesso nel nuovo millennio. Sono otto gli incontri tra le due squadre, con quattro vittorie per il Real e tre per la Roma. Solo una volta è terminata in pareggio.

Nel 2001-2002, le due squadre si sfidarono nel girone: a Roma, nel giorno dell'attacco alle torri gemelle, finì 2-1 per gli ospiti, mentre al Bernabeu terminò 1-1.

Stagione nuova, nuova doppia sfida ai gironi. A Roma secco 3-0 per le merengues, mentre in Spagna i giallorossi vinsero 1-0 con uno storico goal di Totti. Sfida anche nella stagione 2004/2005, ma in questo caso la Roma perse in entrambe le gare (0-3 all'Ollimpico e 4-2 in casa del Real Madrid). Ma il doppio confronto che regalò emozioni a non finire al pubblico di fede romanista fu proprio con Spalletti alla guida: un doppio 2-1, proprio agli ottavi di finale. La storia è ciclica, i risultati nel calcio no: doppia impresa della Roma o trionfo blancos? Ai posteri e al campo (irrigato in abbondanza per l'occasione) l'ardua sentenza.