Il Lecce cerca di far cicatrizzare le ferite che sono derivate dalla brutta sconfitta in casa contro il Matera. In uno stadio stracolmo di tifosi salentini, la squadra giallorossa non è riuscita ad imporsi sui meno quotati avversari lucani i quali sono tornati a casa con 3 punti e con l'euforia al massimo. Adesso tocca ai calciatori leccesi ritrovare la concentrazione per poi riprendere il cammino verso l'obiettivo della promozione. Le prossime tre gare, prima del big match a Benevento, previsto per l'1 maggio (se non sarà anticipato o posticipato), il Lecce affronterà due partite in casa e una in trasferta.

Per quanto riguarda quelle al "Via del mare"; sulla carta, si prevedono sfide abbordabili per i giallorossi: Akragas e Paganese sono due squadre di rango certamente inferiore, che hanno ormai quasi raggiunto il loro obiettivo della salvezza, mentre il Messina in trasferta è un ostacolo più arduo, perchè è una delle squadre che ha sorpreso più di tutti, ma anche i siciliani sono ormai salvi.

Moscardelli da record: meglio della serie A

Intanto, i giallorossi, anche dopo la sconfitta, cercano di guardare ai dati positivi del campionato disputato finora. Uno di questi è quello riguardante la costanza nei risultati: 18 risultati utili consecutivi, nonostante la caduta contro il Matera, restano un traguardo difficilmente raggiungibile.

Inoltre, c'è anche una piccola soddisfazione che riguarda l'attaccante Davide Moscarelli. L'attaccante italo-belga ha realizzato nel 2016 ben 6 reti. In tutto Moscardelli è rimasto in campo 910 minuti e quindi ha una media di 1 rete ogni 152 minuti. Un risultato migliore anche dei più importanti attaccanti di serie A. Icardi dell'Inter ha segnato 6 reti, ma in 916 minuti, per una media di 1 gol ogni 153 minuti, mentre Dybala ha realizzato 5 reti in 990 minuti giocati, per una media di 1 gol ogni 198 minuti.

Insomma, piccole soddisfazioni, alle quali guardare per riprendere il cammino verso l'obiettivo prefissato. Fondamentali saranno queste prossime tre partite del campionato di Lega Pro, perchè non sbagliare sarebbe importante.