Continua oggi il turno spezzettato della sesta giornata di campionato con le sfide Crotone-Atalanta e Cagliari-Sampdoria. Dopo gli anticipi del sabato con la vittoria di misura della Juventus in casa del Palermo grazie ad una sfortunata autorete di Goldaniga e con il successo del Napoli al San Paolo contro il Chievo Verona con il primo gol di Gabbiadini ed il centesimo gol in maglia azzurradi Marek Hamsik, ieri si sono disputate sei gare.

La Roma cade a pranzo,Totti non basta

Alle 12.30 ha aperto la giornata domenicale il lunch-match Torino-Roma.

Netto successo per i padroni di casa granata trascinati dal "Gallo" Belotti e dall'ex giallorosso Iago Falque autore di una doppietta. Inutile il calcio di rigore trasformato dal capitano Francesco Totti che sale a quota 250 gol in serie A. Un traguardo incredibile per il fuoriclasse della Roma che continua a scrivere la storia della serie A. Un giocatore eterno che però non è bastato a Spallettiper evitare la seconda sconfitta in campionato che allontana la Roma dalla vetta.

Rallenta l'Inter, caso Kondogbia

Nel pomeriggio si ferma a tre la striscia di successi consecutivi per l'Inter bloccata sull'1-1 a San Siro dal Bologna di Donadoni.

Un punto importante per il Bologna che continua a sorprendere e porta a casa un punto importante. Destro sblocca il risultato al 14' poi al 38' arriva il pareggio dei nerazzurri con Perisic. A San Siro scoppia il caso Kondogbia sostituito dopo 28 minuti da mister De Boer che riceve l'approvazione dei tifosi nerazzurri. L'Inter resta al comunque al terzo posto con 11 punti.

Lazio ok! Successo convincente per la squadra di Simone Inzaghi

Biancocelesti in vantaggio con Keita che ritrova il gol grazie ad un bel diagonale.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Calciomercato

Il raddoppio porta la firma di Lulic al 90'. L'aquila torna a volare sull'Olimpico e la Lazio aggancia la Roma al quarto posto con dieci punti.

Ancora polemiche ed errori arbitrali a Marassi. Il Genoa, a pochi giorni dalla sfida contro il Napoli, nella quale ha "usufruito" degli errori di Damato che ha negato due rigori netti agli azzurri, passa "dalla padella alla brace" e al termine della gara terminata 1-1 contro il Pescara, esplode l'ira funesta del presidente Preziosi che fa sentire forte la sua protesta, non solo per un rigore negato dall'arbitro Irrati ma per le espulsioni di Edenilson e Pandev nel giro di cinque minuti. Dopo il vantaggio di Simeone al 47' il Genoa, ridotto in nove uomini subisce il pareggio di Manaj all'85'.

Magic moment Defrel, viaggia il Sassuolo!

Continua il magic moment di Defrel che segna ancora e regala il successo di misura al Sassuolo contro l'Udinese. Al 34' grande azione di Lirola sulla fascia e tocco sotto misura del francese. Finisce 1-0. Sesto gol consecutivo per l'attaccante francese sempre a segno tra campionato ed Europa League per la gioia di mister Di Francesco che lo ha impiegato nel ruolo di prima punta. I neroverdi salgono a 9 punti in classifica e si preparano ad affrontare la trasferta europea in casa del Genk.

In serata chiude la giornata il big match Fiorentina-Milan. Finisce 0-0. Il primo tempo termina sul risultato di parità con la Fiorentina che spreca tante occasioni ed un calcio di rigore concesso dall'arbitro Orsato. Dal dischetto si presenta Ilicic ma la conclusione termina sul palo. Nella ripresa la gara non si sblocca. Rossoneri a quota 10 con Roma, Lazio Chievo e Bologna. I viola salgono a 9 punti e staccano l'Udinese.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto