A testa alta.Il Napoli pareggia 1-1 in Turchia in casa del Besiktas. Gli azzurri vanno sotto a dieci minuti dal termine poi pareggiano con un gran gol del capitano Marek Hamsik che regala al Napoli un punto importante che mantiene i partenopei in testa alla classifica.

A tre giorni dalla sconfitta in campionato contro la Juventus il Napoli torna in campo in Champions League contro il Besiktas alla ricerca di un successo importante per provare a chiudere il girone e centrare la qualificazione agli ottavi.

Nella Vodafone Arena mister Sarri schiera il Napoli con il solito modulo: in attacco c'è Gabbiadini di punta, al rientro dopo lo stop in campionato per squalifica.

A centrocampo torna Jorginho al fianco di Allan e Hamsik. Rientro anche per Maksimovic.

Il Besiktas spinto dai suoi tifosi cerca il bis contro il Napoli dopo il successo dell'andata: Gunes schiera il 4-2-3-1 con Adriano, Queresma e Arslan alle spalle di Aboubakar, mattatore al San Paolo. A centrocampo c'è l'ex Inler.

La gara inizia in una grande atmosfera: alla Vodafone Arena c'è il tutto esaurito.

All'11 occasione pericolosa per il Napoli con Gabbiadini: cross dalle retrovie, stop di petto a seguire e conclusione centrale respinta con i piedi dal portiere Fabri.

Al 23' turchi costretti al primo cambio: Tosic si infortunia e lascia il posto a Tosun. La gara è equilibrata e si gioca a centrocampo.

Poche le occasioni da una parte e dall'altra.

Al 29' ci pensa la difesa del Napoli a ravvivarla, e Koulibaly di testa regala un pallone d'oro sui piedi di Hutchinson che da buona posizione calcia d'esterno e colpisce il palo. Poche le emozioni nel primo tempo che si conclude sul risultato di 0-0.

Nella ripresa il Napoli parte bene e in 4 minuti costruisce due azioni pericolose chiudendo i turchi nella propria metà campo.

Al 50' occasione per Callejon che taglia bene la difesa turca e si presenta tutto solo davanti a Fabri, ma il suo pallonetto termina a lato.

Il Napoli non punge e Sarri prova a cambiare: fuori Gabbiadini e dentro Mertens. Il tecnico toscano opta per la freschezza del giocatore belga e al 68' ecco un lampo del Napoli: bella azione manovrata, cross di Ghoulam dalla sinistra, tocco di tacco di Mertens per Insigne che cerca l'incrocio dei pali ma la sfera termina alta sulla traversa.

Il Napoli non segna e il Besiktas punisce. Al 78' i turchi guadagnano un calcio di rigore: su un cross dalla destra Maksimovic allarga le braccia e l'arbitro non ha dubbi e concede il penalty. Dal dischetto si presenta Queresma che calcia angolato e batte Reina firmando il gol dell'1-0.

Il Napoli non ci sta e il vantaggio dei padroni di casa dura appena 4 minuti: Sarri manda in campo prima Diawara al posto di Jorginho e poi Zielinski al posto di Allan e all'82' il Capitano Marek Hamsik aggancia il pallone al limite ed inventa un fantastico tiro a giro che si spegne nell'angolo basso della porta difesa da Fabri. E' il gol dell'1-1 che tiene a galla il Napoli!.

Finisce così: il Napoli pareggia 1-1 in casa del Besiktaseresta in testa alla classifica del girone B con 7 punti insieme al Benfica che batte 1-0 la Dinamo Kiev e rientra in corsa per la qualificazione.

Segui la pagina SSC Napoli
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!