Su ben altre posizioni e con ben altri risultati, le altre due partite che hanno visto impegnate le due squadre che attualmente occupano il quartultimo e il quintultimo posto nella classifica della Serie A.

L'Empoli espugna Firenze

A Firenze va in scena il derby toscano Fiorentina-Empoli: Paolo Sousa continua ad inseguire l'Atalanta, l'ultima delle squadre in lizza per l'Europa League, distante ben 7 punti; dall'altro lato invece Martusciello che deve riuscire ad allontanarsi dalla zona pericolosa dalla quale dista solo tre punti.

Entrambe le squadre si danno battaglia per gran parte del primo tempo fino all'inaspettato goal dell'Empoli, che va in vantaggio al 37esimo del primo tempo con Omar El Kaddouri, che riesce a infilare in rete il pallone lanciato in aria dall'attacco senegalese Thiam e che era stato respinto corto da Tatarusanu.

All'inizio del secondo tempo però in campo rientra una Fiorentina più propositiva e arrembante: al 63esimo minuto, Borja Valero passa il pallone allo smarcato Tello che infila Skorupski.

Paolo Sousa sprona i suoi a continuare ad attaccare per conquistare i tre punti, ma incredibilmente al secondo minuto di recupero, cade in area e Mazzoleni decide di concedere il rigore agli empolesi.

Si presenta sul dischetto l'ex Pasqual, capitano della viola per anni, che non sbaglia e che probabilmente regala all'Empoli i tre punti utilissimi alla sua salvezza.

Genoa e Lazio pareggiano 2-2

A Genova invece si voleva celebrare al meglio il ritorno sulla panchina genoana del richiamato e stimatissimo dai tifosi, Juric, dopo l'esperienza fallimentare dell'esonerato Mandorlini.

I nove punti di vantaggio sull'Empoli quartultima e l'ennesima sconfitta stagionale, ad opera dell'Udinese e arrivata con un pesante passivo di 5 goal, sembrano aver dato la scossa necessaria alla squadra del presidente Preziosi.

La coppia d'attacco Palladino-Simeone fa sognare i tifosi genoani sin da subito: l'ex giocatore di Juventus e Parma, dribbla il difensore laziale Basta sulla fascia destra, crossa al centro e trova la testa de "El Cholito", che spiazza l'incolpevole Strakosha. Sul finale del primo tempo però il Genoa lascia troppo spazio agli uomini di Simone Inzaghi che sul finale, per un intervento scomposto del capitano genoano Burdisso, si vedono concedere un penalty al 46esimo.

E' Lucas Biglia a presentarsi sul dischetto: nonostante il portiere Lamanna si superi in un primo tempo, non riesce a fermare il successivo tap-in del nazionale argentino, che porta la sua squadra ad un insperato pareggio prima della pausa del primo tempo. Il secondo tempo però si apre con una Lazio arrembante e che spinge sin dal primo minuto; l'allenatore dei laziali, durante le fasi concitate della partita, reclama troppo per un rigore non assegnato e viene allontanato dalla panchina. Al 78esimo, nonostante il dominio territoriale della Lazio, Goran Pandev firma il goal dell'ex: imbeccato da un cross sul secondo palo di Lazovic, riesce a superare prima il difensore Basta e poi il portiere della Lazio.

La partita sembrava ormai alla portata del Genoa, ma al 91esimo lo spagnolo 24enne Luis Alberto firma il suo primo goal in Serie A e permette alla Lazio di raggiungere il pareggio. Da segnalare l'occasionissima di Goran Pandev, disinnescata dal portiere Strakosha durante l'ultimo minuto di gioco.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!