Il Milan di Montella è stato come una montagna russa, con una girandola di emozioni che hanno infiammato nel bene e nel male il cuore della tifoseria del 'Diavolo'. Di più non si poteva chiedere all'ex Aeroplanino, in quanto ha saputo amalgamare un gruppo di discreti e buoni giocatori (salvo il fortissimo Donnarumma e gli ottimi prospetti Romagnoli e Suso, senza dimenticarci di Locatelli) accantonando la sua filosofia di gioco (un calcio tecnico costruito con ottimi palleggiatori) per usare principalmente l'arma fondamentale del contropiede (dove un cecchino come Carlos Bacca sa esaltare tutte le sue caratteristiche offensive).

Il nuovo presidente Li Yonghong (che ha acquistato dall'ex patron Silvio Berlusconi il 99,93% delle quote della società) ha subito dichiarato di voler costruire fin da subito un Milan competitivo che sappia tornare nell'elite del calcio che conta (ricordiamo che il palmares internazionale del club di via Aldo Rossi vanta tra le altre cose 7 Champions League, secondo solo al Real Madrid che ne ha conquistate ben 11).

Diversi giocatori non si presenteranno al ritiro estivo della nuova stagione, in quanto ci saranno numerose operazioni in entrata (ma basate sulla qualità ed esperienza internazionale e non sulla quantità o sulla panchina lunga) ma altrettante in uscita.

Tutto dipende anche dall'idea di gioco che l'allenatore campano vorrà trasmettere ai suoi, ma l'unica cosa certa è che molte cose cambieranno.

Secondo recenti indiscrezioni riportate dai colleghi della 'Gazzetta dello Sport', pare che il Milan sia sulle tracce di Franck Kessié, centrocampista dell'Atalanta che alla prima stagione in Serie A ha impressionato gli addetti ai lavori e attirato l'interesse dei grandi club europei.

Sul giocatore della Costa d'Avorio a gennaio si era mossa la Roma, che aveva addirittura offerto 25 milioni di euro per il cartellino dell'africano ma con un nulla di fatto.

I giallorossi non hanno mai mollato la presa ma sembra che il direttore sportivo rossonero Massimiliano Mirabelli con un colpo di genio si sia inserito tra le due parti e convinto il giocatore a sposare il progetto del Milan. Il gruppo cinese avrebbe già trovato l'intesa con l'Atalanta (28 milioni di euro più bonus), resta solo quello economico con l'entourage di Kessié (rappresentato da George Atangana).

Il mediano dei bergamaschi giocherebbe davanti alla difesa mostrando tutto il suo dinamismo e i piedi buoni che lo contraddistinguono...