Federico Bernardeschi e la Juventus: un matrimonio che probabilmente andrà in porto in questa sessione di mercato. Il trequartista classe 1994 è ormai da diversi mesi finito nel mirino della società bianconera, la quale come ogni estate vuole continuare ad investire su talenti italiani. L'affare non è dei più semplici, poiché i rapporti tra la Vecchia Signora e la Fiorentina storicamente non sono idilliaci e certamente i tifosi viola non fanno i salti di gioia nell'immaginare il miglior profilo della rosa con la maglia degli eterni rivali.

Sulla questione parla proprio Bernardeschi, sulla Gazzetta dello Sport: "Ho fatto una buona stagione, sono cresciuto come tanti miei compagni, me ne sono accorto anche io perché tento cose più difficili.

Ora devo confermarsi e, se possibile, migliorare ancora, quindi sono pronto a ricominciare" . Inevitabile la domanda sul dove ricomincerà la preparazione, a cui il il giocatore risponde con qualche dubbio: "Vado in ritiro con la Fiorentina, credo. Juve? Non lo so, sono sereno, ho sempre pensato che ognuno debba fare il proprio mestiere. Ora tocca alla società e al mio procuratore. Ma a chi non piacerebbe giocare nella Juventus?".

Bernardeschi-Juve: il punto sulla trattativa

Le parole del classe 94 rappresentano un ulteriore punto a favore per la società di 'Corso Galileo Ferraris', anche se in verità l'agente del giocatore Beppe Bozzo aveva già fatto presente alla Fiorentina la volontà del suo assistito di non rinnovare il contratto in scadenze nel 2019.

Bernardeschi vuole la Juventus, ma quest'ultima deve accordarsi ancora con i toscani, i quali al momento non scendono dalla prima richiesta di 50 milioni di euro. Marotta vuole spendere di meno, è pronto ad inserire dei bonus o a mettere sul piatto anche il cartellino di Rincon, mentre con il trequartista di Carrara l'accordo è già stato trovato da tempo, ovvero un quadriennale da 4 milioni a stagione.

La Vecchia Signora vuole chiudere in fretta, magari prima della partenza per la tournée negli Stati Uniti e regalare a Massimiliano Allegri il secondo esterno dopo Douglas Costa, che effettuerà le visite mediche oggi. Il doppio colpo alzerebbe ancora di più la qualità di un organico già molto forte, permettendo al tecnico toscano di riportare Mandzukic al centro dell'attacco ed avere molta più imprevedibilità sulle fasce, essenziali nel nuovo modulo 4-2-3-1.