Questo inizio stagione ha confermato la voglia del Milan di tornare tra i grandi club del calcio internazionale. La squadra è stata molto rivoluzionata, ma c'è ancora tanto lavoro da fare per amalgamare i nuovi arrivati tra di loro. I presupposti per crescere bene, però, il gruppo di Vincenzo Montella li ha tutti. Le prime partite, le prime vittorie, lo hanno dimostrato.

Giovani campioni crescono...molto alla svelta!

Ha iniziato alla grande Patrick Cutrone, che tra campionato ed Europa League ha già messo a segno quattro reti. Per lui un primo importante riconoscimento è già arrivato: è stato convocato nell'Under 21.

Cutrone non ha nascosto la sua felicità, dichiarando: "Sto vivendo un sogno".

Nonostante il momento di euforia, però, il giovane attaccante rimane con i piedi per terra. Gigi Di Biagio lo ha paragonato a Belotti, e Cutrone ha affermato di sentirsi onorato di essere messo a confronto con “uno degli attaccanti italiani più forti”. Ha poi ammesso però che il giocatore a cui si è sempre ispirato è Morata, sicuramente una punta di grande talento nel panorama internazionale.

Un altro punto fermo dello schieramento rossonero è ormai diventato Suso, grande protagonista nella partita contro il Cagliari, il quale sembrerebbe essere molto vicino al rinnovo del contratto. Montella, soddisfatto per la permanenza in squadra di Suso, ha inoltre confermato la propria fiducia in André Silva, tranquillizzandolo dopo l'esclusione nell'ultima partita.

L'allenatore ha affermando che per tutti gli attaccanti rossoneri, tra campionato e coppa, ci sarà spazio a sufficienza, e che è naturale dover ricorrere al turnover per avere tempi di recupero.

Piacevoli conferme: Riccardo Montolivo

Sempre Vincenzo Montella, dopo l'ultima partita di campionato, ha parlato anche di altri giocatori, facendo ad esempio i complimenti a Riccardo Montolivo.

Il centrocampista è stato protagonista di una bella prestazione in campo, ma soprattutto ha dimostrato serietà, tenacia e molta voglia di fare, nel lungo percorso di recupero dall'infortunio che lo ha frenato nella stagione passata. Ora Riccardo ha dimostrato di essere ritornato a livelli competitivi, pronto ad essere un punto di riferimento per il Milan sia in campo che fuori.

Insomma, tra campioni giovani e meno giovani, il Milan va avanti determinato. Gli avversari, in Italia e in Europa, sono avvisati.