Il calciomercato del Milan continua a regalare novità. Il duo Fassone-Mirabelli si sta concentrando sul reparto offensivo per portare alla corte di Vincenzo Montella un bomber di razza. Il nuovo attaccante sarà la ciliegina sulla torta di un mercato faraonico, che ha ridato entusiasmo ad una piazza importante come quella rossonera. I dirigenti del club di via Aldo Rossi stanno temporeggiando, in attesa di capire l'evolversi delle situazioni legate agli obiettivi di mercato inerenti l'attacco.

Addio Bacca: il punto

Nel frattempo si lavora anche alle cessioni.

Carlos Bacca è fuori dalla lista Uefa, chiaro segno di rottura tra il colombiano e il club rossonero. "El Peluca" non sarà svenduto, in quanto il Milan non accetterà offerte inferiori ai 20 milioni di euro. Il giocatore vuole solo il Siviglia, ed è pronto anche a ridursi l'ingaggio pur di tornare in Spagna, ma al momento non sono arrivate offerte soddisfacenti. Va verso la conferma, invece, il francese M'Baye Niang: il ragazzo ha convinto Montella e si giocherà le sue chance nel corso della stagione.

Kalinic, accordo totale

Il Milan è alla ricerca di un nuovo centravanti, e nelle ultime ore è tornato prepotentemente di moda il nome di Nikola Kalinic. Il giocatore della Fiorentina vuole solo il Milan e ha già un accordo con Mirabelli.

La "Viola" è pronta a lasciarlo partire, ma per il cartellino dell'attaccante vuole almeno 30 milioni comprensivi di bonus. Il club rossonero è pronto a spingersi fino a 25, e la sensazione è che si possa chiudere a queste cifre. Con Diego Costa che ha chiuso le porte al Milan e le difficoltà per arrivare a Belotti e Aubameyang, l'attaccante croato sembra essere il prescelto per il reparto offensivo del Milan.

Fassone e Mirabelli però temporeggiano, anche perché dopo ferragosto ci sarà un altro tentativo per il "Gallo", nonostante il muro eretto da Urbano Cairo.

Doppio colpo in attacco?

Il nome del croato della Fiorentina non scalda il cuore dei tifosi, che si aspettano un nome altisonante. Ecco perché prende quota il ritorno di Zlatan Ibrahimovic.

L'attaccante svedese è ancora infortunato, e dovrebbe recuperare per la fine di ottobre. Attualmente senza contratto, servono almeno 7 milioni di ingaggio annui. La dirigenza rossonera sta valutando l'ipotesi di regalare a Montella un doppio colpo Kalinic-Ibrahimovic per sistemare l'attacco del Milan.

In casa rossonera la questione attaccante è in primo piano, ma la dirigenza del club dovrà effettuare dei colpi di minore importanza, viste anche le probabili partenze dei vari Sosa, Paletta, Zapata e José Mauri. Per la difesa, il nome più gettonato è quello di Facundo Roncaglia, sondato dal Milan nei giorni scorsi e vecchia conoscenza di Vincenzo Montella. Per la mediana, continua ad interessare Milan Badelj, in scadenza di contratto con la Fiorentina e nome graditissimo all'aeroplanino.

L'eventuale arrivo di Ibrahimovic, invece, escluderebbe l'acquisizione di un attaccante esterno. A tal proposito, la società meneghina continua a seguire la situazione legata a Juan Cuadrado.