Dopo i due anticipi di ieri e quello di oggi le squadre scese in campo per il 22^ turno di campionato hanno riservato molte sorprese. Nella giornata di ieri hanno aperto le danze Sassuolo-Atalanta che si è conclusa con un netto 0-3 per gli uomini di Gasperini. Il posticipo serale ha visto affrontarsi Chievo-Juventus. Qui, la Vecchia Signora ha sconfitto il Chievo per ben 2 reti a zero. La partita purtroppo è stata segnata segnata dalle espulsioni: doppia ammonizione per Bastien per un fallo ingenuo e Cacciatore che si è fatto mandare via con un rosso diretto per aver fatto all'arbitro il gesto delle manette, un po' come ad imitare Josè Mourinho.

Da segnalare, il ritorno al gol di Gonzalo Higuain, dopo un digiuno valso settimane.

Nella giornata di oggi, la partita delle 12.30 ha confermato il periodo di crisi dei nerazzurri di Luciano Spalletti. L'Inter non è andata oltre al pareggio in casa della Spal. Icardi continua il suo digiuno da gol e la rete siglata dai nerazzurri, è arrivata soltanto grazie ad un autogol di Vicari.

Serie A: sorprese nelle partite delle 15

Iniziamo col dire che sono tanti i risultati a sorpresa usciti nelle partite delle 15. Il Napoli riconquista il primo posto in classifica, mentre allo stadio Artemio Franchi di Firenze, va in scena un vero e proprio suicidio degli uomini di Pioli.

Crotone-Cagliari: 1-1

Partita segnata da un rigore e un espulsione dubbia.

Tante le lamentale da parte degli isolani, che si sono sentiti puniti ingiustamente. Il Cagliari nonostante sia in 10 riesce ad agguantare il pareggio sullo scadere del primo tempo. Al 92' l'intervento della VAR annulla un gol a Ceccherini. A livello di classifica, entrambe le squadre restano in zona calda vicino alle ultime della classe.

Fiorentina-Verona: 1-4

Un Verona più scatenato che mai, passa a Firenze ai danni della viola per ben 4 reti a 1. Inspiegabile il calo di concentrazione degli uomini di Stefano Pioli che in due turni di campionato, hanno preso ben 7 gol. Gli scaligeri grazie alla vittoria esterna, fanno un piccolo passo in zona retrocessione e salgono così a 16 punti.

Genoa-Udinese: 0-1

Partita noiosa e senza troppi colpi di scena, sbloccata soltanto a metà del secondo tempo da Behrami. La partita rimane in bilico per via dell'espulsione di Samir, ma nulla di fatto. L'Udinese di Massimo Oddo riprende la sua corsa, dopo la brusca sconfitta di mercoledì, contro la Lazio.

Napoli-Bologna: 3-1

Avvio schock per i pertenopei, che dopo un minuto esatto vanno in svantaggio per un gol di Palacio. Subito dopo arriva il pareggio per gli uomini di Sarri, per via di un autogol di Mbaye, mentre Verdi esce per infortunio. Al 37' Mertens trasforma il gol dal dischetto, ma con tanto di polemiche per un rigore assegnato molto dubbio. All'avvio del secondo tempo, arriva la doppietta di Mertens.

Con i 3 punti conquistati oggi pomeriggio, il Napoli si riporta primo in classifica.

Torino-Benevento: 3-0

Dopo soli 3' minuti Iago Falque sigla il gold dell'1-0. Al minuto 33' arriva l'espulsione di Belec per eccesso di foga. Inizia così la partita in discesa per gli uomini di Walter Mazzarri, che al termine del primo tempo si trovano già ad aver segnato 3 gol. Reti siglate da Niang e Obi. Da segnalare il ritorno dall'infortunio di Andrea Belotti che entra sul rettangolo di gioco al 62'.

Per aggiornare definitivamente la classifica, bisognerà attendere altri due scontri. Alle 18 gli uomini di Simone Inzaghi andranno affronteranno il Milan di Gattuso e sfatare così il taboo di San Siro, dove l'ultima vittoria risale al 1989.

Il posticipo serale invece avrà gli occhi puntati su Roma- Sampdoria, dove Dzeko potrebbe giocare l'ultima partita in giallorosso prima del trasferimento al Chelsea.