Le telecamere di Sky sono tornate a Foggia ieri sera. L'inviato Gianluca Di Marzio era infatti nella città pugliese per effettuare dei collegamenti in diretta durante il late night show "L'Originale", condotto in studio da Alessandro Bonan. Focus puntato anche sul superamento del turno di Champions League della Roma grazie alla vittoria per 1-0 sullo Shakhtar Donetsk, con il mister dei rossoneri Giovanni Stroppa che ha elogiato il suo collega Eusebio Di Francesco: "Sa far giocare bene la Roma in entrambe le fasi di gioco ed ha raggiunto un risultato che mancava da tanti anni".

Al direttore Sportivo Luca Nember, Di Marzio ha invece chiesto un parere su una possibile convocazione in nazionale di Mario Balotelli, calciatore che il ds aveva cercato quando lavorava per il Chievo Verona: "Balotelli è un calciatore di talento e credo che il calcio italiano, soprattutto in questo momento, ne avrebbe bisogno".

Gli altri rossoneri intervistati

Nel corso della trasmissione itinerante, che ha toccato le centralissime zone di Piazza Cavour, del Teatro Umberto Giordano e della cosiddetta "Piazzetta", hanno parlato anche alcuni calciatori. Il capitano Cristian Agnelli - inquadrato dalle telecamere con un cappello da chef - ha parlato dei trofei, quello del primo posto nel campionato e la Supercoppa di Lega Pro conquistati nella passata stagione: "Le coppe ci ricordano tutti i sacrifici che abbiamo fatto e vederle è sempre bello". In un altro momento del collegamento, il foggiano doc ha poi aggiunto: "Sarebbe un sogno raggiungere la Serie A con la maglia del Foggia, magari poi per festeggiarla potremmo organizzare una partita a calcetto in "Piazzetta", perché quella fatta l'anno scorso nel giardino di casa mia (durante un altro collegamento di Sky, ndr) ha causato troppi danni".

Presenti anche il centravanti Fabio Mazzeo e l'esterno mancino Oliver Kragl, con il bomber rossonero che ha elogiato le capacità balistiche del compagno: "Ha un tiro incredibile e spero che continui a segnare tanti gol per noi".

Anche Nonno Ciccio, storico tifoso del Foggia dell'età di 96 anni, è stato intervistato ed ha potuto raccontare la sua passione per i rossoneri: "Ho visto la mia prima partita nel 1937 e dal 1964 ho iniziato anche a seguire la squadra in trasferta".

Infine ha preso parola anche Domenico Cataneo, Supporter Liaison Officer del Foggia Calcio che ha tessuto le lodi dei tifosi foggiani: "Ci rendono orgogliosi e ci supportano sempre, anche in trasferta, con grandi numeri. Non a caso spesso le società ospitanti riescono a far registrare il record di incassi proprio quando il Foggia viene ospitato".

Segui la pagina Serie B
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!