Nella partita valevole della 35ª giornata della Liga, il Barcellona ha vinto in casa del Deportivo di Clarence Seedorf per 4 reti a 2, ottenendo per la 25ª volta nella sua storia il trofeo della massima categoria della Spagna (con 3 giornate d'anticipo).

La formazione di casa ha schierato il 4-1-3-2: Rubèn Ivàn Martìnez Andrade; Juan Francisco Moreno Fuertes, Raùl Albentosa, Fabian Schär, Luís Carlos Correia Pinto (Luisinho); Guilherme dos Santos Torres; Michael Krohn-Dehli, Celso Borges; Emre Çolak; Lucas Pèrez, Borja Valle.

Valverde ha risposto col 4-3-3: Marc-Andrè ter Stegen; Nèlson Cabral Semedo, Gerard Piqué Bernabèu, Samuel Umtiti, Jordi Alba Ramos; Ivan Rakitić, Sergio Busquets Burgos, Philippe Coutinho Correia; Ousmane Dembélé, Lionel Andrés Messi, Luis Alberto Suàrez Dìaz.

Ospiti già in vantaggio dopo 7' con Philippe Coutinho, un destro da centro area che è finito sotto la traversa su assist di Dembèlè.

Dopo alcuni tentativi vani da entrambe le squadre, al 38' è arrivato il gol del raddoppio blaugrana col solito Lionel Messi, un mancino da posizione decentrata che ha battuto Rubèn nell'angolino basso a sinistra della porta. Assist di Luis Suàrez.

Neanche 60 secondi ed i padroni di casa hanno segnato il gol del 2-1 con Lucas Pèrez su assist di Borja Valle. Prima frazione che è terminata con il punteggio a favore del Barça. Secondo tempo cominciato con un occasione di Messi su passaggio filtrante di Suàrez, parato da Rubèn.

Il Barcellona ha continuato a crescere, però al 64' è arrivata la doccia fredda per gli uomini di Valverde poiché il Deportivo ha pareggiato i conti con Emre Çolak, un mancino che ha battuto ter Stegen su assist di Celso Borges.

Tifosi blaugrana ammutoliti.

Nei minuti 70 e 71 il club allenato dall'ex Milan ha sfiorato il sorpasso prima con un colpo di testa di Fabian Schär, poi con Lucas Pèrez da posizione molto ravvicinata.

Al minuto 82 il Barcellona è andato nuovamente in vantaggio con Messi, un destro da posizione molto ravvicinata alla porta di Rubèn che è finito nell'angolino in basso a destra del portiere.

Dopo tre minuti è giunto il gol del 4-2 finale ancora con l'argentino su assist di Suàrez.

La partita è finita con gli ospiti vincenti per 4 reti a 2, vincendo La Liga 2017/2018 per la 25ª volta nella sua storia. In classifica i blaugrana sono al primo posto con 86 punti, a +11 dall'Atlètico Madrid, mentre il Deportivo La Coruña lascia il massimo campionato spagnolo essendo terzultimo con 28 punti.

Dalla delusione in Champions alla vittoria di campionato e Coppa del Re, ecco il primo anno di Valverde in blaugrana

L'ex allenatore dell'Athletic Bilbao non è partito bene al Barcellona. Nell'agosto scorso ha perso già il suo primo trofeo, la Supercopa de España, perdendo contro il Real Madrid(1-3 al Camp Nou e 2-0 al Bernabèu).

Invece è partito benissimo in campionato rifilando due gol al Betis. Ha ottenuto il primo pareggio nella Liga in casa dell'Atlètico Madrid (1-1) il 14 ottobre del 2017, nel match dell'8ª giornata. Il 23 dicembre ha vinto il Clàsico 3-0 al "Santiago Bernabèu", vendicandosi della sconfitta nella Supercoppa.

Nella fase a gironi di Champions League ha ottenuto 14 punti su 18 (4 vittorie e 2 pareggi).

Da ricordare la vittoria al Camp Nou contro la Juventus (3-0) ed i pareggi contro Olympiacos e la stessa Juventus all'Allianz Stadium. Viene eliminata dalla sorprendente Roma di Di Francesco ai quarti di finale.

In Coppa del Re il Barcellona ha incassato la sua prima sconfitta stagionale in casa dell'Espanyol (Derbi Barcelonì o Català) nella gara d'andata dei quarti di finale (17 gennaio). Nel match di ritorno il club blaugrana è riuscito a ribaltare il tutto vincendo 2-0. Ottiene il trofeo nazionale battendo il Siviglia per 5-0 (21 aprile).

Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!