La notizia arriva direttamente dall'Inghilterra e, se fosse confermata, rappresenterebbe un qualcosa di clamoroso. Secondo quanto riportato da due giornali britannici, infatti, Roman Abramovich avrebbe già individuato il sostituto di Antonio Conte per la prossima stagione. Si tratterebbe dell'attuale tecnico del Napoli Maurizio Sarri.

Antonio Conte e una panchina che scotta

Dopo aver conquistato il titolo di "Campione d'Inghilterra" nella passata stagione, la squadra di Antonio Conte, quest'anno, non è riuscita a replicarsi e, a poche giornate dal termine del campionato, raggiungere l'ultimo posto disponibile per accedere alla prossima Champions League sembra rappresentare una vera e propria utopia.

Non è stata un'annata semplice per il tecnico del Chelsea che, a causa di una serie di sconfitte inaspettate e di un'uscita prematura dall'Europa, si è trovato più volte ad un passo dall'esonero. Se non fosse che, il suo ingaggio faraonico, ha frenato ripetutamente l'istinto del Presidente russo, che ha avuto la forza di sopportare una stagione nettamente al di sotto delle aspettative. Al termine del campionato inglese, però, il divorzio tra Conte e il suo attuale club sembra rappresentare una certezza.

Il possibile sostituto

Che gli inglesi amino follemente i pronostici e le scommesse, è cosa risaputa. Nella terra della Regina, infatti, già da tempo, circolano molte voci sul possibile sostituto di Antonio Conte e, secondo quanto riferito dal Daily Mail e dal Mirror, il prossimo mister del Chelsea potrebbe nuovamente essere un italiano.

Nello specifico, il nome lanciato dai due giornali è quello di Maurizio Sarri, attuale tecnico del Napoli, ancora "in lotta" con il suo club per il rinnovo del contratto. A parere delle stesse fonti britanniche, dunque, Roman Abramovich, al termine della stagione, proverà a trattare una buonuscita con il suo attuale allenatore e, trovato un accordo, partirà l'assalto al tecnico toscano.

Il Presidente russo, inoltre, sarebbe pronto a pagare ad Aurelio De Laurentiis l'intera clausula rescissoria di Maurizio Sarri, quantificabile in otto milioni di euro.

Il silenzio di Sarri

Sulla questione, lo stesso Maurizio Sarri, ha preferito non esprimersi. Il tecnico del Napoli, infatti, ha rispedito al mittente qualsiasi domanda sul suo contratto, dichiarando di essere totalmente concentrato sulle ultime giornate di campionato, che potrebbero essere decisive nella "lotta scudetto" con la Juventus.

Segui la nostra pagina Facebook!