Il Mondiale di Russia 2018 ha offerto la sua prima sorpresa. La Germania campione in carica, infatti, è stata sconfitta dal Messico nel match d'esordio, 1-0 in favore dei centroamericani con il gol segnato da Lozano al 35' del primo tempo. I tedeschi non perdevano un match d'esordio al Mondiale da 36 anni, dalla clamorosa sconfitta per 1-2 subita dall'Algeria in Spagna. Si tratta della sesta volta nella storia della Coppa della Mondo che la formazione campione 'buca' il debutto.

I campioni che hanno 'bucato' l'esordio

La prima squadra campione in carica a perdere un match d'esordio al Mondiale fu l'Italia nel 1950.

Un titolo vecchio di 12 anni quello degli azzurri, considerato che era stato vinto per la seconda volta consecutiva nel 1938 e che poi la kermesse iridata era stata interrotta come tutte le grandi manifestazioni sportive del pianeta a casa della Seconda Guerra Mondiale. Ad ogni modo, ai Mondiali brasiliani del '50 l'Italia venne superata 2-3 dalla Svezia che andò a segno due volte con Jeppson ed una volta con Andersson, di Carapellese e Muccinelli le reti azzurre. Per trovare un'altra nazionale campione in carica sconfitta all'esordio bisogna poi fare un salto di 32 anni: siamo nel 1982 quando l'Argentina perde il match inaugurale della Coppa del Mondo di Spagna a Barcellona al cospetto del Belgio, 0-1 con rete di Vandenbergh.

Otto anni dopo, nel 1990, ancora l'Albiceleste campione in carica ed ancora k.o al debutto ad opera del Camerun, match chiuso sull'1-0 per gli africani e deciso dal gran gol di Omam-Biyik. Dodici anni dopo, nel 2002, questo destino tocca alla Francia che viene superata dal Senegal con l'identico punteggio e con la rete di Bouba Diop nel Mondiale nippo-coreano.

Infine quattro anni fa in Brasile, Mondiali del 2014, con la Spagna travolta incredibilmente 1-5 dall'Olanda: gli iberici passarono in vantaggio con Xabi Alonso su rigore, subendo poi le doppiette di Van Persie e Robben ed il gol di De Vrij.

Segui la nostra pagina Facebook!