In casa Inter si continua a lavorare per mettere a disposizione di Luciano Spalletti gli ultimi rinforzi richiesti per arricchire l'organico rispetto allo scorso anno, visto che nella prossima stagione la formazione nerazzurra tornerà a disputare la Champions League dopo sette anni di assenza.

Naturalmente, per uscire realmente rinforzata da questa campagna acquisti, la società milanese dovrà riuscire a trattenere tutti i big attualmente in rosa. Tra questi, uno dei più richiesti è certamente Ivan Perisic, grande protagonista con la nazionale croata del Mondiale di Russia 2018: l'esterno offensivo di Spalato, oltre ad aver segnato in finale alla Francia, è andato in rete anche contro Inghilterra e Islanda.

Le sue ottime prestazioni non sono passate inosservate, e hanno attirato le attenzioni del Manchester United [VIDEO], che già lo scorso anno aveva provato a strapparlo ai nerazzurri, non andando mai oltre ad offerte da 45 milioni di euro, a fronte di una richiesta di almeno 60 milioni.

Ora, però, la situazione sembra essere cambiata, con l'Inter che per sedersi al tavolo delle trattative non sarebbe disposta a scendere sotto i 60-70 milioni. Se i Red Devils dovessero andare incontro alle richieste nerazzurre, difficilmente la proprietà potrebbe resistere ad una cifra del genere che andrebbe a sistemare una volta per tutte la situazione riguardante il Fair Play Finanziario. Al contempo, la dirigenza interista potrebbe anche contare su un tesoretto utile per continuare a completare la rosa, andando alla ricerca dell'eventuale sostituto del croato.

A tal proposito, in questi ultimi giorni si sta facendo un gran parlare di Angel Di Maria, che il procuratore Mendes avrebbe addirittura offerto al club lombardo qualora Perisic dovesse partire.

La proposta di Mendes

Stando a quanto riportato da "Tuttosport", il potente agente Jorge Mendes, dopo aver piazzato Joao Cancelo e Cristiano Ronaldo alla Juventus, avrebbe spostato le sue attenzioni proprio sull'Inter.

Infatti il manager portoghese, oltre ad occuparsi della cessione di Joao Mario, finito nel mirino del Wolverhampton, pronto a investire 25 milioni di euro per il centrocampista lusitano, avrebbe anche offerto all'Inter il cartellino del fuoriclasse argentino del Paris Saint-Germain, Angel Di Maria. Il giocatore ha il contratto in scadenza a giugno 2019 [VIDEO], e molto probabilmente lascerà Parigi in questa sessione di Calciomercato. Il valore del cartellino non è altissimo - intorno ai 30 milioni di euro - ma il problema sarebbe legato all'ingaggio. Attualmente "El Fideo" percepisce 9 milioni di euro a stagione più bonus, dunque uno stipendio insostenibile per la società nerazzurra che, però, potrebbe rilanciare con un quadriennale da 6-7 milioni di euro all'anno più eventuali bonus.

Qualora l'affare si dovesse concretizzare, quello di Di Maria risulterebbe l'ingaggio più alto dell'intera rosa, affiancato solo da quello del capitano Mauro Icardi, che in questi giorni sta discutendo del rinnovo, dopo che ieri è scaduto il termine ultimo per pagare la clausola rescissoria da 110 milioni di euro valida solo per l'estero.

Se ad Icardi e Lautaro Martinez si andasse ad aggiungere anche Di Maria, si andrebbe a profilare un attacco dell'Inter a tinte "albiceleste".