Una delle società più attive nel Calciomercato estivo è stata sicuramente il Torino: da Zaza a Meite, fino ad arrivare a Soriano, sono tutti giocatori che hanno evidentemente incrementato il livello qualitativo della rosa a disposizione di Walter Mazzarri. Oltre ad arrivi importanti, ci sono state però delle pesanti partenze come quelle di Niang e Ljajic, giocatori che, oltre ad essere degli ottimi assist man, garantivano più soluzioni al tecnico toscano. Ecco allora che l'idea venuta alla dirigenza del Torino per il mercato invernale è quella di chiedere all'Inter un giocatore che non sta raccogliendo molte presenze con la società milanese, nonostante ogni volta che ha giocato abbia dimostrato di essere un atleta affidabile: parliamo del centrocampista Antonio Candreva [VIDEO].

Walter Mazzarri vuole un esterno offensivo assist man

Ciò che si è osservato in queste prime partite di campionato è che la squadra piemontese ha bisogno di giocatori in grado di garantire quegli assist a Belotti e Zaza, due punte ben assortite e prolifiche. I vari Berenguer, lo stesso Soriano, sono giocatori più bravi negli inserimenti e non negli assist. Lo stesso Iago, giocando da trequartista, non garantisce gli assist che un esterno offensivo potrebbe offrire a punte della qualità di Belotti e Zaza. L'idea della dirigenza del Torino, guidata dal direttore sportivo Gianluca Petrachi, è proprio quella di chiedere a gennaio all'Inter Antonio Candreva, in prestito secco o con diritto di riscatto.

Possibile scambio: Candreva al Torino e Nkolou all'Inter

Se poi per l'Inter dovesse concretizzarsi una cessione di un difensore fra Miranda (che potrebbe ritornare in Brasile) o Ranocchia (che interesserebbe ad alcune società inglesi), allora la società milanese potrebbe [VIDEO]chiedere al Torino, in cambio di Candreva, il difensore ex Lione Nicolas Nkolou, giocatore che piace molto a Luciano Spalletti e sarebbe un ottima riserva dei titolarissimi De Vrij e Skriniar.

Ovviamente si tratta di indiscrezioni, soprattutto per quanto riguarda Nkolou, considerato un difensore importante da Mazzarri. Resta la possibile trattativa con Candreva, che a Torino ritroverebbe quei minuti che in questo momento Spalletti non gli garantisce, preferendogli i vari Keita o Politano. Inoltre, considerati i risultati non eccelsi della nazionale italiana, un impiego più costante per Candreva potrebbe significare una nuova convocazione in azzurro per il centrocampista che fino all'anno scorso giocava titolare con l'Italia.