Cose da Nations League. Accade dunque che il Portogallo, pur privo di Cristiano Ronaldo, faccia bottino pieno contro Italia e Polonia, accade anche che Krzysztof Piatek, re dei bomber in Serie A, faccia centro anche nel torneo Uefa e faccia dunque le veci del più esperto e celebrato collega di reparto Robert Lewandowski. Accade anche che Andre Silva si confermi tutt'altro attaccante rispetto alla versione milanista. Il morale della favola sta racchiuso tutto nel 3-2 con il quale i lusitani hanno espugnato Chorzów: la classifica del gruppo 3 recita dunque Portogallo in vetta con 6 punti, Polonia ed Italia a quota 1 e con uno scontro diretto imminente [VIDEO], domenica 14, sempre a Chorzów.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Chi perde è condannato alla retrocessione in Lega B, chi vince ha ancora speranze di agganciare i portoghesi in vetta: nemmeno tante, in realtà, perché Cancelo e compagni devono ancora giocare due gare mentre tanto gli azzurri quanto la Polonia, dopo il confronto di domenica, avranno a disposizione una sola gara a testa.

Dunque ci si appresta ad assistere ad un inedito spareggio-salvezza tra due nazionali, cose da Nations League... appunto.

Altalena di emozioni, portoghesi ad un passo dalla fase finale

Ma la Nations League è comunque in grado di regalare un degno spettacolo calcistico, tale è stata la sfida di Chorzów a testimonianza che è calcio vero al di là dell'etichetta Uefa stampata sulla base del trofeo. Questo, in realtà, nessuno lo aveva messo in dubbio a parte qualche tifoso italiano che continua a sventolare con aria da snob nostalgico i quattro titoli mondiali vinti dagli azzurri: oggi, purtroppo, siamo una delle tante nazionali europee [VIDEO] e nemmeno di prima fascia. C'è però tanta Serie A in campo, ad iniziare dal genoano Piatek che il vizio del gol non lo perde nemmeno in nazionale: suo il gol che apre le danze al 18', ma per la Polonia è solo un'illusione: il pareggio di André Silva (ex Milan) poco dopo la mezz'ora e l'autogol di Glik (ex Torino) al 43' consentono al Portogallo di andare negli spogliatoi in vantaggio per 2-1.

Ad inizio ripresa, il talentuoso Bernardo Silva porta a 3 il bottino ospite, Błaszczykowski (ex Fiorentina) accorcia le distanze quando mancano 13' alla fine, ma per la Polonia il pari resta un miraggio. Sarà dunque match-spareggio con l'Italia e considerato com'è andato per gli azzurri l'ultimo confronto da dentro/fuori per le qualificazioni ai Mondiali, urge armarsi di talismani. Una sola consolazione: l'Italia è padrona del proprio destino, se vince evita almeno di essere declassata nella Serie B d'Europa. Se Polonia-Italia dovesse finire in parità, ciò qualificherebbe automaticamente il Portogallo alla fase finale e gli stessi portoghesi sarebbero arbitri del destino degli avversari. Per la cronaca, il Portogallo che ci ha maltrattato a settembre (ben più nettamente di quanto dica lo striminzito 1-0 per i lusitani) lo affronteremo a San Siro il prossimo 17 novembre, ma per il momento conviene non guardare troppo lontano.

Le altre divisioni

La Lega B di Nations League prevedeva invece la sfida tra Russia e Svezia nel gruppo 2, terminata a reti bianche: i russi guidano la classifica a quota 4 davanti alla Turchia con tre ed alla Svezia con 1 punto, domenica 14 si gioca Russia-Turchia.

In Lega C c'è da registrare l'impresa della nazionale d'Israele che batte 2-1 la Scozia con i gol di Peretz e Tierney a rimontare il vantaggio britannico realizzato da Mulgrew su calcio di rigore: in classifica nel gruppo 1 Scozia, Israele ed Albania sono appaiate a quota 3 e domenica si gioca Israele-Albania. Sempre nella terza divisione sono da registrare le vittorie corsare di Romania e Serbia in casa di Lituania e Montenegro: i rumeni hanno vinto 2-1 con i gol di Chipciu e Maxim intervallate dalla marcatura lituana di Zulpa, mentre i serbi hanno conquistato il derby slavo con lo score di 2-0, doppietta di Mitrovic. La classifica del gruppo 4 vede avanti la Serbia con 7 punti davanti alla Romania con 5, terzo il Montenegro a 4 punti, chiude la Lituania con 0. Nel gruppo 3 di Lega D, infine, vittoria 3-1 del Kosovo su Malta e successo 3-0 dell'Azerbaijan alle isole Far Oer: in classifica guida il Kosovo con 7 punti davanti alla formazione azera a quota 5, la nazionale di Far Oer segue a 3 punti, chiude Malta a quota 1.