Il Napoli, dopo il pareggio nell’ultimo turno di campionato contro il Sassuolo, affronterà il Salisburgo nel return match degli ottavi di finale dell’Europa League. I ragazzi di Carlo Ancelotti avevano vinto per 3-0 la partita d’andata al San Paolo. A segno Arkadiusz Milik e Fabián Ruiz tra le fila degli azzurri, a cui si è poi aggiunto l’autorete di Jérôme Onguéné. Al termine dei primi 90’ è rimasto particolarmente soddisfatto per il risultato il tecnico di Reggiolo, anche se non ha gradito l’ingenuità di Kalidou Koulibaly e Nikola Maksimović, entrambi ammoniti ed entrambi squalificati per il return match in Austria.

La partita Salisburgo-Napoli verrà disputata giovedì 14 marzo 2019 alle ore 18.55 alla Red Bull Arena. I tifosi partenopei potranno vederla esclusivamente in diretta tv su Sky, visto che TV8 trasmetterà in chiaro l’incontro dell’Inter. In attesa di scoprire cosa accadrà in campo, diamo un’occhiata ad alcune curiosità su questa sfida.

Trasferta insidiosa per il Napoli a Salisburgo

Il Napoli ha affrontato per la prima volta il Salisburgo nella partita d’andata al San Paolo.

Nonostante il netto 3-0, non sarà certo una passeggiata contro i ragazzi di Marco Rose alla Red Bull Arena. La Lazio ne sa qualcosa. Nella passata edizione dell’Europa League vinse 4-2 in casa ai quarti di finale, dopodiché si fece sconfiggere per 4-2 in trasferta dagli austriaci. Nonostante un bilancio di appena 4 vittorie in 14 partite contro le italiane, prima del doppio confronto con gli azzurri di quest’anno, il Salisburgo è squadra temibile.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
SSC Napoli

In passato eliminò anche l’Udinese. Nella stagione 2003/04 di Coppa UEFA, dopo aver per 0-1 nel vecchio Linzer Stadion, rimontò in trasferta, andando a vincere per 1-2 sul campo dei friulani, superando così il turno. Successivamente, però, si dovette arrendere al Parma, che rifilò agli austriaci un sonoro 0-4 in Austria, prima del netto 5-0 allo Stadio Tardini.

Quello era un altro Salisburgo, visto che nell’epoca Red Bull le cose sono cambiate parecchio.

Dal 2005, anno in cui c’è stato il passaggio di proprietà, sono stati vinti 9 titoli nazionali in 13 stagioni. Pian piano si è fatto avanti anche nelle competizioni europee, raggiungendo le semifinali di Europa League la scorsa edizione, massimo traguardo mai ottenuto prima di allora. La Champions League resta ancora un tabù, ma in quest’altra competizione sembra aver trovato il proprio habitat naturale.

Il Napoli è avvisato, non sarà facile espugnare la Red Bull Arena. Il Salisburgo, infatti, ha vinto tutte le partite disputate in stagione in Europa League, incassando appena un goal. Dopo aver perso il match d’andata, gli austriaci hanno superato il turno per 7 volte su 17 sfide ad eliminazione diretta. L’ultima occasione risale ai sedicesimi di finale, quando ha ribaltato il 2-1 di Brugge con un netto 4-0 davanti al proprio pubblico.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto