L'Inter esce a testa alta dal match di Champions League giocato al Camp Nou ieri sera contro il Barcellona e perso 2-1. I nerazzurri hanno dominato nel primo tempo, passando in vantaggio dopo soli tre minuti con Lautaro Martinez e sfiorando più volte il raddoppio. I blaugrana sono poi cresciuti nella ripresa, trovando la remuntada con la doppietta di Luis Suarez.

Una gara che sta facendo discutere, però, anche per l'arbitraggio del direttore di gara, Damir Skomina, il quale ha lasciato perplesso per l'interpretazione di alcuni episodi.

Su tutti quello riguardante il possibile rigore su Stefano Sensi, non fischiato e con la ripartenza degli spagnoli che ha portato alla rete del pareggio.

La bocciatura di Cesari

Pur uscendo a testa alta, l'Inter è molto amareggiata dopo la sconfitta subita contro il Barcellona. Il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, non si è nascosto nel post partita e ha sottolineato una direzione di gara quantomeno discutibile, richiamando più volte alla parola rispetto.

Nel post partita è stata fatta la moviola dell'arbitraggio di Skomina, bocciato dall'ex direttore di gara, Graziano Cesari, intervenuto durante la trasmissione Mediaset, Pressing Champions League. A suo dire il rigore su Sensi è netto.

Episodio che condiziona la gara visto che è giunto sullo 0-1 e sul ribaltamento di fronte è poi arrivato il pareggio di Luis Suarez. Queste le sue parole: "Voto assolutamente insufficiente per la direzione di gara di Skomina.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Rosetti ha spiegato che basta il contatto in determinate situazioni e nel caso di Sensi ci sono tutte le condizioni per dare il calcio di rigore. Non capisco come il Var non sia intervenuto in questo episodio. Rigore netto e simile a quello dato all'Atalanta in occasione del match contro lo Shakhtar Donetsk su Ilicic".

Gli altri episodi

Quello su Stefano Sensi non sarebbe l'unico episodio interpretato male da Skomina, secondo Graziano Cesari.

Ci sono infatti altri quattro interventi del direttore di gara discutibili.

Sul fallo di Piqué, l'ex fischietto genovese ha affermato: "Non voglio dire che l'intervento del difensore (su Barella n.d.r.) sia da rossa, ma l'arbitro in quell'occasione deve andare quantomeno a rivederla, essendo una situazione al limite".

Relativamente al fallo su Lautaro ha poi proseguito: "Su Martinez c'è un fallo netto di Lenglet, che lo trattiene per la maglia e lo butta a terra.

Immagini impietose, che mostrano come l'argentino sia potenzialmente davanti al portiere".

Infine Cesari si è espresso sugli ultimi due episodi: "Non ho capito le ammonizioni a Sanchez e Conte, in panchina. Asamoah viene travolto da Luis Suarez e Conte si lamenta con il quarto uomo e il guardalinee. Affermare 'Non ti sopporto più' come ha detto il guardialinee a Conte non è una frase da dire, assolutamente".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto