L'Inter per tenere il passo della Juventus e mettere pressione alla Juventus, attualmente in testa alla classifica a più uno sui nerazzurri. Il Parma per tenersi lontano dalla zona retrocessione sognando l'Europa dopo gli ultimi risultati positivi. Sono questi i temi principali del match, valido per la nona giornata di Serie A, che si giocherà sabato 26 ottobre (ore 18) allo stadio Meazza di Milano. Due squadre che in questa stagione hanno sicuramente obiettivi diversi. I padroni di casa vogliono migliorare il quarto posto ottenuto negli ultimi due anni, sempre all'ultima giornata. Gli ospiti, invece, vogliono ottenere una salvezza tranquilla e, quindi, bissare il risultato ottenuto nella passata stagione.

Le ultime

L'Inter ha disputato un'ottima prima parte di campionato. I nerazzurri sono secondi in classifica con ventuno punti raccolti nelle prime otto giornate. L'unica sconfitta è arrivata proprio contro la Juventus capolista che ora ha un punto di vantaggio. La squadra di Antonio Conte, nell'ultimo turno di Serie A, si è imposta con un pirotecnico 4-3 sul Sassuolo. Il club meneghino era andato anche sul 4-1 ma un calo di tensione ha fatto rientrare in gioco gli emiliani che hanno sperato nella clamorosa rimonta.

Il Parma, dal suo canto, ha avuto un rendimento altalenante nella prima parte della stagione. Sono dodici i punti di vantaggio raccolti dai ducali nelle prime otto giornate, frutto di quattro successi e quattro sconfitte. La squadra di Roberto D'Aversa viene dal netto successo per 5-1 sul Genoa che ha determinato l'esonero di Aurelio Andreazzoli. Prima della sosta, invece, era arrivata la brutta sconfitta al Mazza di Ferrara contro la Spal.

Probabili formazioni Inter-Parma

Il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, confermerà il 3-5-2 visto fino ad ora.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Serie A Inter

Inevitabilmente ci sarà qualche cambio rispetto a quanto visto in Champions League contro il Borussia Dortmund. In difesa dovrebbe giocare Bastoni, facendo rifiatare De Vrij, sempre titolare da settembre in poi con Skriniar sul centro destra e Godin in mezzo a completare il reparto. In attacco dovrebbe giocare ancora dal primo minuto Lautaro Martinez, autore di cinque reti nelle ultime quattro partite. Bottino che sarebbe potuto essere più cospicuo se l'argentino avesse realizzato il rigore contro i tedeschi.

Al suo fianco potrebbe esserci l'esordio dal primo minuto di Sebastiano Esposito, autore di una buona mezzora contro il Borussia, facendo così rifiatare Lukaku, non ancora al top della forma. Biraghi e Lazaro potrebbero essere gli esterni mentre in mezzo al campo a rifiatare dovrebbe essere Gagliardini a favore di Vecino.

Nel Parma non ci sarà sicuramente Inglese ma a rischio c'è anche Cornelius, autore di una tripletta contro il Genoa, che si è fermato ieri in allenamento. Una sfida che dovrebbe vedere anche Bruno Alves e Laurini out.

Al centro dell'attacco potrebbe esserci Sprocati, a meno che D'Aversa non decida di lanciare il grande ex, Karamoh, con Gervinho falso nueve e Kulusevski nel tridente. Di seguito le probabili formazioni di Inter-Parma.

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Godin, Bastoni; Lazaro (Candreva), Barella, Brozovic, Vecino, Biraghi; Lautaro Martinez, Esposito (Lukaku).

Parma (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Gagliolo, Pezzella; Hernani, Kucka, Barillà; Kulusevski, Sprocati (Karamoh), Gervinho

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto