La fase di qualificazione a Euro 2020 si è conclusa. Tra qualche giorno si svolgerà il sorteggio dei gironi della fase finale della rassegna continentale. Sono già note le 20 squadre classificate come 1ª e 2ª di ciascun raggruppamento, a cui si aggiungeranno altre 4 squadre dagli spareggi. L’Italia, che ha concluso a punteggio pieno ottenendo 10 vittorie su 10 partite disputate, conosce già il girone a cui verrà assegnata, visto che sarà una delle nazioni ospitanti di Euro 2020 già qualificate.

Gli Azzurri verranno inseriti nel Gruppo A e faranno parte delle squadre in 1ª fascia durante il sorteggio.

Nella stessa urna dell’Italia vedremo anche Belgio, Inghilterra, Germania, Spagna e Ucraina. Queste non potranno essere avversarie dei ragazzi del ct Roberto Mancini, ma ci saranno comunque pericoli provenienti dalle altre urne. Il sorteggio della fase finale si svolgerà a Bucarest sabato 30 novembre alle ore 18.00 all’interno del Romexpo. Il regolamento prevede che le nazioni ospitanti vengano inserite nei gironi da esse ospitati. Oltre all’Italia, che sarà nel Gruppo A, avremo Russia e Danimarca nel Gruppo B, Olanda nel Gruppo C, Inghilterra nel Gruppo D, Spagna nel Gruppo E e Germania nel Gruppo F.

Francia e Portogallo i pericoli per l’Italia

Il sorteggio della fase finale di Euro 2020 potrebbe regalare brutte sorprese all’Italia, che ha avuto un cammino senza alcun intoppo durante le qualificazioni, battendo tutti i record. Gli Azzurri, che a questo punto diventano una delle squadre temute anche dalle altre compagini, potrebbero ritrovarsi in un girone di ferro, nonostante siano in 1ª fascia. Ad esempio, potrebbero pescare Francia (2ª fascia) e Portogallo (3ª fascia). A rendere ancor più ostico questo ipotetico raggruppamento ci potrebbe essere il Galles (4ª fascia).

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Serie A

Visto il regolamento del sorteggio, sono molto alte le probabilità che ciò accada. Infatti, con Olanda e Russia tra quelle di 2ª fascia, resterebbero solamente Polonia, Svizzera e Croazia oltre ai campioni del Mondo in carica. Potrebbe essere più evitabile l’incrocio con la nazionale di Cristiano Ronaldo, ma anche in 3ª fascia non mancano avversari tosti. Gli Azzurri, dunque, dovranno incrociare le dita e non poco per scongiurare un raggruppamento con campioni del Mondo e campioni d’Europa in carica.

L’Italia, una volta saputo contro quali squadre si dovrà affrontare, sarà la prima a scendere in campo. Il debutto di Euro 2020 sarà a Roma il 12 giugno allo Stadio Olimpico. I ragazzi del ct Roberto Mancini sfideranno i loro avversari in casa per tutte le partite del Gruppo A, mentre per gli altri match sarà Baku la sede. Un vantaggio per l’Italia, che non dovrà spostarsi in Azerbaijan, ma potrà rimanere sempre a Roma. Ricordiamo, infine, che avranno accesso alla fase ad eliminazione diretta la 1ª e 2ª classificata di ciascun raggruppamento, a cui si aggiungeranno le migliori 4 squadre classificate al 3° posto.

Novità video - Italia, il punto sui possibili convocati per Euro 2020
Clicca per vedere

La finale si giocherà a Londra il 12 luglio al Wembley Stadium.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto