Non è un momento semplice per Mauro Icardi al Paris Saint Germain. Il centravanti argentino è rimasto in panchina nel match giocato ieri dal Psg contro il Borussia Dortmund nell'andata degli ottavi di finale di Champions League e anche dal punto di vista della finalizzazione ha rallentato notevolmente nelle ultime settimane. Una situazione che sembra aver messo in discussione il riscatto, fissato a settanta milioni di euro, da parte del club francese. Il giocatore, dunque, potrebbe anche tornare all'Inter la prossima estate, ma la sua permanenza a Milano sarebbe quasi impossibile.

Permanenza all'Inter difficile

La scorsa estate è stata caratterizzata sicuramente dal tormentone relativo al futuro di Mauro Icardi. Il centravanti argentino voleva restare all'Inter e aveva rifiutato offerte importanti, provenienti da Borussia Dortmund, Arsenal, Monaco, Roma e Napoli. Solo l'ultimo giorno ha accettato la proposta del Paris Saint Germain, che lo ha prelevato dai nerazzurri in prestito con diritto di riscatto fissato a settanta milioni di euro.

I primi mesi sono stati ottimi per l'attaccante di Rosario, che ha fatto la differenza soprattutto nella fase a gironi di Champions League, realizzando cinque reti in sei presenze.

Nelle ultime settimane c'è stato il calo, che ha influito anche sullo score in Ligue 1, con undici reti messe a segno in diciotto partite. Ieri è rimasto in panchina nell'andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Borussia Dortmund e a questo punto il riscatto sembra essere in discussione. L'ex capitano, dunque, a giugno potrebbe tornare a Milano, rappresentando un bel grattacapo per l'Inter, che a quel punto dovrà trovare una nuova destinazione all'attaccante classe 1993, visto che la sua permanenza sembra molto difficile dopo la rottura arrivata lo scorso anno con gran parte dello spogliatoio, che ha portato anche alla perdita della fascia di capitano, affidata poi a Samir Handanovic.

Un solo modo per restare

Come detto, sembra difficile, quasi impossibile pensare a Mauro Icardi nuovamente con la maglia dell'Inter la prossima stagione. Stando a quanto riportato da Il Giorno, infatti, l'ex capitano potrebbe restare a Milano solo in una circostanza. In nerazzurro, infatti, non lo si vedrà più a meno che l'attuale amministratore delegato, Giuseppe Marotta, non lasci la dirigenza e non ci sono avvisaglie che portano in questa direzione.

Anche un futuro alla Juventus sembra difficile visto che proprio il dirigente nerazzurro non vorrà rinforzare gli eterni rivali (a meno che nell'affare non entri il suo pallino, Paulo Dybala, ndr). Più probabile un'esperienza all'estero, con il Real Madrid che sarebbe già sulle sue tracce da qualche mese.

Segui la nostra pagina Facebook!