Uno dei giocatori importanti ceduti dall'Inter la scorsa estate è stato Radja Nainggolan. Il centrocampista belga è stato messo ai margini del progetto già a inizio di ritiro, con l'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, e il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, che hanno deciso di non puntare su di lui. Per questo motivo si è deciso di cedere il giocatore in prestito secco al Cagliari a metà agosto, non incassando nulla, con i sardi che hanno solo pagato gran parte dell'ingaggio. Una scelta legata anche a motivi familiari visti i problemi di salute della moglie del Ninja.

Il futuro di Nainggolan

La stagione del centrocampista belga, Radja Nainggolan, è stata sicuramente positiva fino a questo momento. Ben cinque le reti realizzate in ventuno partite disputate in Serie A, a fronte di sei assist. Uno score importante, che dimostra come il belga sia tornato ad alti livelli, quelli che avevano portato l'Inter a fare un investimento importante nell'estate del 2018, versando nelle casse della Roma venticinque milioni di euro più i cartellini di Davide Santon e Nicolò Zaniolo, valutati complessivamente altri quindici milioni di euro.

Dopo una stagione sotto tono, condizionata da vari problemi fisici e comportamentali, Marotta ha deciso di metterlo ai margini del progetto. Da qui la cessione in prestito secco al club di Tommaso Giulini, che ha comunque fatto un sacrificio importante pagando quasi l'intero ingaggio da oltre quattro milioni di euro a stagione. Le cose cambieranno tra qualche mese, quando scadrà il prestito ai rossoblu.

Difficile pensare ad una permanenza in Sardegna visto che a bilancio dell'Inter Nainggolan è iscritto per poco più di quindici milioni di euro e difficilmente il Cagliari potrebbe permettersi un investimento simile, soprattutto senza la qualificazione in Europa League, cosa che sembrava possibile solo fino a dicembre, prima del crollo e del conseguente esonero di Rolando Maran.

L'idea dell'Inter

L'Inter dovrà ragionare sul futuro di Radja Nainggolan, visto che sembra difficile riuscire a piazzarlo sul mercato non essendo più giovanissimo (si tratta di un classe 1988) e avendo comunque una valutazione vicina ai venti milioni di euro.

I nerazzurri, per questo motivo, potrebbero decidere di tenerlo in rosa il prossimo anno, mettendolo a disposizione di Antonio Conte. Il tecnico nerazzurro ha insistito a lungo per avere alla sua corte Arturo Vidal, anche più vecchio di un anno rispetto al centrocampista belga. Proprio per questo motivo il club potrebbe metterlo a disposizione dell'allenatore salentino avendo caratteristiche molto simili a quelle del cileno.

Segui la nostra pagina Facebook!