Il nome di Mauro Icardi potrebbe caratterizzare anche la prossima sessione estiva di calciomercato dopo essere stato al centro dei rumors già la scorsa estate. Solo nell'ultimo giorno disponibile, infatti, il centravanti ha accettato la cessione in prestito con diritto di riscatto fissato a 70 milioni di euro, dopo aver rifiutato proposte importanti provenienti da Monaco, Arsenal, Borussia Dortmund, Roma e Napoli. La sua permanenza è tutt'altro che scontata, visto che i parigini stanno ancora riflettendo sull'opportunità di esercitare l'opzione di riscatto o meno. Anche per questo l'Inter si è portata avanti e starebbe valutando destinazioni alternative, non avendo alcuna intenzione di puntare su Maurito il prossimo anno.

Arsenal su Icardi

Il futuro di Mauro Icardi sarà sicuramente lontano dall'Inter. I nerazzurri non hanno intenzione di puntare sul centravanti argentino anche nel caso in cui il Paris Saint Germain non dovesse esercitare il riscatto, fissato a settanta milioni di euro. Già la scorsa estate il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, e l'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, lo hanno messo fuori rosa già prima dell'inizio del ritiro e lo stesso accadrebbe nella prossima stagione.

Anche per questo motivo l'entourage sarebbe già al lavoro per trovare una soluzione alternativa in caso di mancata permanenza a Parigi. La Juventus pensa sempre a lui ma i nerazzurri non vorrebbero cederlo all'eterna rivale.

Su di lui avrebbe messo gli occhi nuovamente l'Arsenal, che aveva pensato all'argentino già la scorsa estate. I Gunners sono alla ricerca di un numero nove che possa garantire almeno venti gol in stagione e Icardi risponde a questo identikit. Il classe 1993, infatti, anche quest'anno con la maglia del Psg ha messo a segno dodici reti in Ligue 1 a fronte di cinque gol realizzati in sei presenze in Champions League.

Possibile scambio

L'Inter è pronta a sedersi al tavolo delle trattative con l'Arsenal per discutere della cessione di Mauro Icardi. La valutazione del centravanti argentino resta intorno ai 70 milioni, che garantirebbero una plusvalenza piena essendo iscritto a bilancio praticamente a zero. I Gunners, però, difficilmente potranno permettersi un investimento così pesante, soprattutto in caso di mancata qualificazione in Champions League.

Con i nerazzurri si potrebbe intavolare uno scambio che vedrebbe coinvolto Pierre Emerick Aubameyang. Il suo nome era stato già accostato ai nerazzurri nelle scorse settimane. Difficile pensare che entrambi possano avere la stessa valutazione vista la differenza di età ma con un conguaglio tra i dieci e i quindici milioni di euro l'affare potrebbe andare in porto.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!