In casa Inter uno dei nomi più chiacchierati nelle ultime settimane è sicuramente quello di Sebastiano Esposito. I nerazzurri stanno trattando il rinnovo di contratto, attualmente in scadenza a giugno 2022, ma c'è stata una brusca frenata per il rinnovo. Il giocatore ha rifiutato un'offerta di rinnovo quinquennale, fino a giugno 2025, a 800.000 euro a stagione più un bonus al momento della firma, arrivando anche a rompere con il suo entourage. Proprio per questo il club meneghino avrebbe cominciato a prendere in considerazione l'ipotesi di cedere a titolo definitivo il classe 2002 nella prossima sessione di mercato non perdendo, però, il controllo sul suo cartellino.

Atalanta su Esposito

L'Inter avrebbe aperto le porte ad una possibile cessione di Sebastiano Esposito nella prossima sessione di calciomercato. Fino a qualche settimana fa si parlava di una possibile cessione in prestito per potergli permettere di giocare con maggiore continuità senza grandi pressioni. Negli ultimi giorni, però, alla luce delle difficoltà riscontrate in sede di rinnovo, si è cominciato a parlare anche di una possibile partenza a titolo definitivo. Il club nerazzurro, però, vorrebbe mantenere una sorta di recompra sul suo cartellino e per questo potrebbe essere ceduto a un club con cui i rapporti sono ottimi.

Stando a quanto riportato da Sky Sport, il club maggiormente interessato sarebbe l'Atalanta, con i Percassi che hanno rapporti anche extracalcistici con la famiglia Zhang e con Suning.

I bergamaschi avrebbero individuato nel giovane attaccante il rinforzo ideale per il reparto avanzato, per poter far rifiatare Zapata. Il tecnico della Dea, Gasperini, stravede per lui e lo ritiene l'innesto ideale in vista dei tanti impegni che vedranno la squadra protagonista anche il prossimo anno.

La possibile trattativa

I contatti sono continui tra Inter e Atalanta. I due club stanno ragionando sulla formula giusta e sulle cifre sulle quali intavolare una trattativa, anche per quanto riguarda l'ingaggio del giocatore. Si cerca quindi la quadra giusta per accontentare tutti. I bergamaschi vogliono scommettere sul classe 2002, ma il club meneghino vuole tutelarsi per il futuro.

Non è escluso che le due società possano intavolare uno scambio che veda coinvolto Robin Gosens, uno dei nomi in cima alla lista di Ausilio e Marotta per rinforzare gli esterni a disposizione di Antonio Conte. A favore della Dea, ovviamente, sarebbe previsto un conguaglio economico, con Esposito che verrà valutato non meno di 15 milioni di euro. L'Inter, però, lo cederà, come detto, solo mantenendo un diritto di recompra, fissato a una cifra maggiore, magari intorno ai 25 milioni di euro, per i prossimi due anni.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!