Arriva una brutta notizia dal mondo del calcio femminile. Si è spenta la giovane Alina Seeber, giocatrice del Pfalzen-Natz, squadra che milita in Eccellenza. La 22enne è stata colpita da aneurisma celebrale che gli è stato evidentemente fatale. Fra le sue esperienze di rilievo una partecipazione nella rappresentativa femminile di Bolzano. Alina amava lo sport in quanto, oltre al calcio, dedicava molto del suo tempo allo sci, insegnando questa disciplina sportiva. Anche il presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia ha voluto dedicare un pensiero alla giovane calciatrice, esprimendo anche il suo cordoglio alla famiglia.

Il cordoglio della Lega Nazionale Dilettanti

"A nome mio e di tutta la Lega Nazionale Dilettanti, desidero esprimere le più sincere condoglianze alla famiglia della ragazza e alla sua comunità sportiva". Ad informare il massimo dirigente della categoria dei dilettanti è stato il Comitato Provinciale Autonomo di Bolzano. La morte di Alina Seeber segue quella di un'altra calciatrice, Arianna Varone, in forza alla Riozzese. L'aneurisma celebrale è stato fatale ad Ali (soprannome datole dalle sue amiche). Una dinamica che ricorda la scomparsa qualche mese fa del giovane calciatore Andrea Rinaldi, ex Atalanta, e quella più recente di Giuseppe Rizza, ex compagno di squadra nella Primavera della Juventus di Marchisio e Giovinco.

La Seeber era una punta promettente ed era molto amata dalle sue compagne di squadra.

La vicinanza delle compagne di squadra ad Alina Seeber

Un affetto sincero che le compagne di squadre nutrivano nei confronti di Ali, dimostrato attraverso un post sui social: "Le tue risate, il tuo senso dell’umorismo e la tua spensieratezza rimarranno ora nei nostri ricordi.

Ricordiamo sempre i bei momenti, le tante ore insieme, le escursioni divertenti e numerosi minuti in piazza". Infine il pensiero delle sue compagne alla famiglia di Alina: "A Hilde, Manni e Marian, nonché al loro amico Tobias, Riposa In Pace".

La scomparsa della Seeber dopo quella di Arianna Varone

Come si diceva, la morte di Alina Seeber segue (a distanza di circa un mese) quella di Arianna Varone, un'altra promettente calciatrice con un passato nell'Inter e nel Milan.

La giovane classe 1999 giocava nella Riozzese in Serie B e vantava fra i suoi successi più prestigiosi la conquista di una Coppa Italia di Serie C proprio con la Riozzese. A differenza della Seeber, la scomparsa della Varone è avvenuta a causa di un terribile incidente. Il suo scooter è finito contro un camion, un impatto che le è stato evidentemente fatale in quanto a causa dello scontro la testa avrebbe sbattuto violentemente a terra. In un post su Instagram la giovane si descriveva come un'incontrista che prendeva ispirazione dalla grinta di Rino Gattuso e dalla classe e l'eleganza di Andres Iniesta.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!