Uno degli obiettivi dell'Inter sarà rinforzare il centrocampo nella prossima sessione di Calciomercato. I nerazzurri hanno già messo a segno il primo colpo con Achraf Hakimi, che arriverà dal Real Madrid per 40 milioni di euro più cinque milioni di bonus. Ora servirà qualche rinforzo nel reparto nevralgico del campo, che verrà modificato ulteriormente dopo gli arrivi di Stefano Sensi e Nicolò Barella lo scorso e quello di Christian Eriksen a gennaio. Nelle ultime ore sarebbe spuntato un nome nuovo: si tratta di Tanguy Ndombelé, che non avrebbe convinto del tutto nella sua prima annata al Tottenham.

L'Inter penserebbe a Ndombelé

Uno degli obiettivi dell'Inter per rinforzare il centrocampo sarebbe Tanguy Ndombelé. Il centrocampista francese non ha convinto a pieno e per questo potrebbe lasciare il Tottenham dopo una sola stagione, soprattutto alla luce di un rapporto non idilliaco con il tecnico degli Spurs, José Mourinho.

Sono ventuno le presenze totalizzate dal giocatore in Premier League, realizzando due reti e collezionando due assist, a fronte di sei partite giocate in Champions League. Il Tottenham ha fatto un investimento importante nell'estate del 2019, acquistandolo dal Lione per 60 milioni di euro, ma potrebbe già cederlo dopo una sola annata, soprattutto qualora dovesse arrivare la giusta proposta.

Il classe 1996 risponderebbe alle caratteristiche richieste proprio da Conte, che vuole un centrocampista che sia in grado di abbinare forza fisica e qualità allo stesso tempo, con esperienza internazionale. Sarebbe lui la prima alternativa al nome in cima alla lista dei dirigenti, N'Golo Kanté, con il Chelsea che non sarebbe convinto di privarsene nonostante l'esigenza di fare cassa per fiondarsi su Kai Havertz.

La possibile richiesta di Mourinho

Il Tottenham ha fatto un investimento importante per Ndombelé, versando nelle casse del Lione 60 milioni di euro. Per questo motivo gli Spurs non ascolteranno proposte inferiori almeno a 50 milioni di euro, anche per non effettuare una minusvalenza.

Come sottolineato da Tuttosport e dal Corriere dello Sport, alla luce di ciò, il club inglese sarebbe disposto anche all'inserimento di una contropartita tecnica per trattare uno scambio alla pari.

Sarebbero due i nomi che piacciono in particolar modo al tecnico del Tottenham, José Mourinho. Si tratta del centrale slovacco, Milan Skriniar, che lo "Special One" voleva fortemente già quando era sulla panchina del Manchester United, e del centrocampista croato, Marcelo Brozovic, che ha anche una clausola rescissoria da 60 milioni di euro. Pare difficile pensare che i nerazzurri possano privarsene, più probabile che Marotta provi a mettere sul piatto il cartellino di Matìas Vecino, ormai praticamente fuori dal progetto di Conte.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!