L'Inter ha cominciato a muoversi con largo anticipo sul mercato per cercare di rinforzare al meglio la rosa a disposizione del tecnico, Antonio Conte, in vista della prossima stagione. I nerazzurri hanno già rinforzato l'out destro con l'acquisto di Achraf Hakimi dal Real Madrid per 40 milioni di euro più cinque milioni di bonus. Il club, però, sarebbe anche alla ricerca di un innesto nel reparto arretrato vista la possibile cessione di almeno uno tra Diego Godin e Milan Skriniar. Uno dei nomi caldi sarebbe quello di Armando Izzo, che piace molto a Conte e si sposerebbe alla perfezione con lo schieramento tattico dell'allenatore salentino.

L'Inter pensa a Izzo

Il futuro di Armando Izzo potrebbe essere lontano dal Torino la prossima stagione. Il rapporto tra le parti sembra essersi incrinato nelle ultime settimane, con il giocatore rimasto fuori dai match contro Fiorentina e Verona ufficialmente per un problema al ginocchio, salvo poi tornare in campo contro la Spal. Il suo agente, Mino Raiola, è stato avvistato nella sede dell'Inter tra fine gennaio e inizio febbraio e da allora spesso il nome del difensore è stato accostato ai nerazzurri.

Izzo si adatterebbe alla perfezione con il modo di giocare di Antonio Conte, avendo giocato spesso e volentieri nella difesa a tre sia a Torino che con la maglia del Genoa. La possibile cessione di uno tra Godin e Skriniar, inoltre, libererebbe uno slot proprio sul centro destra.

La stagione non esaltante disputata dai granata, inoltre, potrebbe facilitare una sua cessione, vista la volontà del centrale originario di Scampia di giocare in maniera stabile ad alti livelli. Il Toro, infatti, ha deluso le aspettative, restando ben lontano dalla lotta per l'Europa e raggiungendo la salvezza solo in queste ultime giornate.

La richiesta del Torino

Torino che, comunque, non lascerà partire tanto facilmente Armando Izzo. I granata hanno investito 10 milioni di euro per acquistarlo dal Genoa nell'estate del 2018 e vogliono realizzare una plusvalenza importante con la sua cessione. Per questo motivo il patron, Urbano Cairo, avrebbe fatto sapere all'Inter di non prendere in considerazione proposte inferiori ai 15 milioni di euro.

Cifra che il club meneghino potrebbe abbattere cercando di inserire nell'affare Roberto Gagliardini. I nerazzurri sarebbero pronti ad intavolare uno scambio alla pari, con il centrocampista che andrebbe a colmare il vuoto lasciato da Baselli, infortunatosi gravemente al ginocchio subito dopo il lockdown. Operazione che permetterebbe anche all'Inter di realizzare una plusvalenza e di liberare un posto a centrocampo in vista dell'arrivo di Tonali, che sembra sempre più vicino.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!