Il Monaco si tira fuori da qualsiasi voce di mercato su Marcelo Brozovic. Dopo le indiscrezioni di questi ultimi giorni che avevano parlato anche di una proposta da 22 milioni di euro del club monegasco all'Inter per prelevare il centrocampista croato (che sarebbe stata rifiutata dalla società milanese) è intervenuto Niko Kovac, allenatore dei biancorossi del Principato, per fare chiarezza sulla situazione. Il tecnico, pur riconoscendo le qualità del calciatore, ha dichiarato che in questo momento non rientra tra gli obiettivi della sua squadra per rinforzare l'organico.

L'allenatore croato ha parlato durante una conferenza stampa organizzata a distanza in seguito alla sua positività al coronavirus.

Oltre a soffermarsi sul debutto del suo Monaco nella Ligue 1 2020-2021 atteso per il 13 settembre contro il Nantes, Kovac ha risposto anche ad alcune domande su Brozovic. Ha detto che è piuttosto agevole accostare il suo nome a quello di un calciatore che ha allenato in passato, durante la comune esperienza nella nazionale Under 21 della Croazia. Tuttavia, ciò non vuol dire che ci sia un reale interesse per il numero 77 dell'Inter.

L'ex Bayern Monaco ha dichiarato che sicuramente il connazionale è "un ottimo giocatore" che attualmente veste la maglia di una grande squadra italiana come l'Inter ed è al contempo una delle colonne portanti della selezione della Croazia. Nonostante ciò, non è un profilo che in questo momento interessa al Monaco.

Kovac ha infatti chiarito che la squadra monegasca per la quale lavora in questo periodo sta "seguendo altre piste".

Real Madrid e Psg: tante voci ma per adesso nessuna offerta concreta per Brozovic

Marcelo Brozovic sembra ormai destinato ad essere uno dei cosiddetti "sacrificabili" dell'Inter sul mercato.

Il club nerazzurro infatti potrebbe vendere il giocatore di Zagabria per fare cassa e reinvestire il denaro guadagnato dalla sua cessione per finanziare delle operazioni in entrata (su tutti ci sarebbe il sogno di Antonio Conte, Kanté del Chelsea). Nel mese di luglio è scaduta la clausola rescissoria da 60 milioni di euro che era stata inserita nel suo contratto in scadenza nel giugno del 2022.

Tuttavia, questa potrebbe essere un'indicazione del valore che per la società nerazzurra potrebbe avere sul mercato il centrocampista croato.

Tenendo conto dei problemi finanziari che stanno fronteggiando i vari club europei in seguito all'emergenza coronavirus, l'Inter potrebbe anche rivedere leggermente al ribasso il costo del cartellino di Brozovic. Secondo la Gazzetta dello Sport, da Viale della Liberazione potrebbero accontentarsi anche di 40 milioni di euro. Oltre al Monaco (interesse smentito dall'allenatore dei monegaschi Kovac) circolano voci su un interesse del Paris Saint-Germain e anche del Real Madrid. Invece il Chelsea avrebbe rifiutato di accettare il 27enne ex Dinamo Zagabria come eventuale contropartita tecnica in uno scambio che avrebbe dovuto portare Kanté alla Pinetina.

Il problema è che finora pare si tratti di rumors di mercato, di semplici indiscrezioni che non sarebbero (almeno per ora) confluite in offerte concrete recapitate nella sede dell'Inter. Brozovic è un giocatore che potrebbe piacere a diverse squadre (da qui le voci su Psg e Real Madrid) ma allo stato attuale delle cose non ci sarebbero trattative reali per sancire il suo addio all'Inter e le porte del Principato di Monaco sono chiuse.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!