Uno dei giocatori che potrebbe infiammare questi ultimi giorni di mercato è Radja Nainggolan. Il centrocampista belga è tornato all'Inter dopo il prestito al Cagliari, ma la sua permanenza è tutt'altro che scontata, nonostante il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, lo abbia mandato in campo all'esordio in campionato contro la Fiorentina, inserendolo nella ripresa. Il Ninja salterà la sfida contro il Benevento per una faringite, ma inevitabilmente la sua indisponibilità ha alimentato i rumors di mercato. I rossoblu vorrebbero riportarlo in Sardegna ma non sono ancora riusciti a trovare un accordo con i nerazzurri.

Alla luce di ciò, nelle ultime ore, starebbe provando ad inserirsi il Torino, in cerca di un centrocampista.

Anche il Torino su Nainggolan

Il Cagliari non sarebbe l'unico club che avrebbe mostrato interesse per Radja Nainggolan. In queste ultime ore, infatti, stando a quanto riportato da Sportitalia, avrebbero chiesto informazioni anche la Fiorentina e, soprattutto, il Torino. I granata sono alla ricerca di un rinforzo di livello in mezzo al campo e avrebbero messo gli occhi sul centrocampista belga, visto che la trattativa per Lucas Torreira stenta a decollare anche per le alte richieste dell'Arsenal, che non scende al di sotto dei 25 milioni di euro.

Nainggolan sarebbe l'innesto ideale per Marco Giampaolo, essendo in grado di giocare sia da trequartista che da mezzala nel 4-3-1-2, oltre a poter essere adottato, qualora ce ne fosse la necessità, nel ruolo di regista.

Lo scorso anno il Ninja ha dimostrato di essere tornato su alti livelli, mettendo a segno sei reti e collezionando sette assist. Il belga avrebbe potuto anche arrivare in doppia cifra, ma ha praticamente saltato tutte le partite disputate dopo il lockdown a causa di un problema muscolare.

La possibile trattativa

L'Inter non reputa Radja Nainggolan incedibile, nonostante Conte lo abbia inserito a partita in corso contro la Fiorentina. Il Ninja ha una valutazione da 15 milioni di euro, cifra che al momento il Cagliari non ha garantito, cercando di replicare l'operazione Godin, chiedendo il belga a parametro zero con pagamento di un indennizzo tra l'altro.

Una soluzione ben lontana dai piani del club nerazzurro, che cederà l'ex Roma soltanto a titolo definitivo o, al massimo, in prestito con obbligo di riscatto fissato a 12 milioni di euro.

Il Torino potrebbe fare un tentativo, dunque, provando a prendere il classe 1988 in prestito con obbligo o, in alternativa, proponendo uno scambio con Armando Izzo, difensore che si sposerebbe alla perfezione con il modo di giocare di Conte e la difesa a tre.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!