Il futuro di Christian Eriksen sembra essere ancora molto incerto. A pochi giorni dalla fine di questa sessione di calciomercato, la sua permanenza all'Inter sembrerebbe ancora non essere sicura. Il fantasista danese, arrivato a gennaio dal Tottenham per poco più di 20 milioni di euro, ha deluso le aspettative non convincendo a pieno e per questo motivo potrebbe dire addio dinanzi ad una proposta congrua al suo valore. Un club che avrebbe mostrato interesse per il classe 1992 sarebbe il Borussia Dortmund, in cerca di un rinforzo di qualità in mezzo al campo.

Borussia Dortmund su Eriksen

Il futuro di Christian Eriksen potrebbe essere anche lontano dall'Inter in questa stagione.

Il danese non è riuscito a convincere in questi mesi e per questo motivo i nerazzurri non lo considerano incedibile. Arrivato dal Tottenham per poco più di 20 milioni di euro, ad un prezzo al ribasso a causa del contratto in scadenza a giugno 2020, il giocatore ha messo a segno una rete in campionato e due in Europa League, partendo spesso dalla panchina. Il club meneghino starebbe pensando al suo sacrificio per fare cassa e investire la cifra incassata sul grande sogno di mercato di Antonio Conte, che risponde al nome di N'Golo Kanté. Il centrocampista francese è stato indicato dall'allenatore nerazzurro come l'elemento ideale per far fare il salto di qualità all'intero reparto, abbinando qualità e quantità.

Su Eriksen, stando a quanto riportato da Tuttomercatoweb, avrebbe messo gli occhi il Borussia Dortmund, in cerca di un rinforzo con quelle caratteristiche in mezzo al campo. In questo modo il tecnico Favre avrebbe a disposizione anche una variante tattica per passare dal 3-4-3 utilizzato negli ultimi mesi al 4-2-3-1, schierato in particolar modo nella prima parte della scorsa stagione.

La richiesta dell'Inter

L'Inter ha aperto alla cessione di Christian Eriksen, ma i nerazzurri lo faranno solo alle proprie condizioni. Per questo motivo il Borussia Dortmund dovrà fare uno sforzo importante per riuscire a portare a casa il fantasista danese. Il club meneghino, infatti, lascerà andare il classe 1992 soltanto per una proposta superiore ai 50 milioni di euro, che permetterebbe di realizzare una notevole plusvalenza, che sistemerebbe definitivamente il bilancio nonostante la crisi che ha colpito anche il mondo del calcio negli ultimi mesi.

Non sembrano esserci i presupposti, invece, per uno scambio con Emre Can, accostato qualche mese fa all'Inter proprio prima del trasferimento al Borussia Dortmund, che per acquistarlo dalla Juventus ha investito quasi 30 milioni di euro, nonostante sia un giocatore che piace a Conte per la sua duttilità, essendo adattabile anche nella difesa a tre.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!