Il Tribunale d'Appello ha confermato in data 10 novembre la sconfitta a tavolino con un punto di penalizzazione a carico del Napoli. Non è tardata la risposta della società campana, che tramite un comunicato ha ufficializzato l'intenzione di procedere per altri gradi di giudizio. Il prossimo step sarà il Collegio di Garanzia del Coni. La speranza del Napoli è che tramite questo ricorso il Collegio sia in grado di riscontrare dei vizi di legittimità. Saranno valutate infatti eventuali censure in quanto la Corte del Coni non andrà a riesaminare il merito. La società campana avrà trenta giorni per presentare il ricorso, a partire da martedì 10 novembre.

Una volta depositato l'atto, il Collegio di Garanzia del Coni impiegherà al massimo cinque giorni per decidere. Probabile che nel periodo natalizio si avrà la sentenza definitiva. Se il Coni dovesse confermare il verdetto stabilito da Giudice Sportivo e Tribunale d'Appello, il Napoli potrebbe ricorrere al Tar del Lazio. Intanto, come scrive 'Repubblica', i campani rischiano delle sanzioni per alcuni comportamenti adottati, in particolar modo a deferire il Napoli potrebbe essere la Commissione Disciplinare.

Il Napoli potrebbe essere deferito dalla Commissione Disciplinare

Secondo le ultime indiscrezioni riportate da 'Repubblica', la Commissione Disciplinare starebbe valutando la possibilità di deferire il Napoli per il mancato rispetto del protocollo sanitario stabilito da Figc e Governo.

I campani potrebbero rischiare delle sanzioni pesanti già durante questo campionato, che si andrebbero a sommare alla già assegnata sconfitta a tavolino contro la Juventus e al punto di penalizzazione in classifica. Sempre Repubblica sottolinea come anche l'Asl di Napoli si sia attivata con i suoi legali, dovrebbe partire un'indagine interna.

Qualora si dovessero trovare degli estremi per agire, l'ente potrebbe avviare una querela.

La vicenda Juventus-Napoli

Il Napoli il 4 ottobre non si è presentato all'Allianz Stadium di Torino per giocare la partita di campionato per un presunto impedimento da parte dell'Asl territoriale nel far partire la società campana.

L'Asl avrebbe infatti consigliato ai campani di non effettuare il viaggio anche per evitare eventuali contagi. Due dei giocatori della rosa (Zielinski ed Elmas) erano risultati positivi al coronavirus ed erano stati posti in isolamento. Il Giudice Sportivo ha punito la società campana con la sconfitta a tavolino e un punto di penalizzazione per non aver rispettato il protocollo sanitario Figc.

In questo si stabilisce che le società sono chiamate a giocare le partite se hanno meno di dieci positivi nella propria rosa. Se i contagiati superano tale numero, hanno la possibilità di chiedere per un solo match il rinvio della partita. La sanzione del Giudice Sportivo è stata motivata dal fatto che secondo le prove raccolte, il Napoli aveva già disdetto il volo per Torino ancor prima che l'Asl avesse suggerito ai campani di non partire per la città piemontese.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina SSC Napoli
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!