Serata da dimenticare per i parigini Di Maria e Marquinhos, sconfitti in Ligue 1 col loro Psg per 1-2 dal Nantes penultimo in classifica, ma soprattutto derubati nelle loro abitazioni mentre erano in campo.

L'allenatore Pochettino, appena al corrente della vicenda, sostituisce l'argentino che immediatamente raggiunge la moglie sotto shock. L'ex romanista, invece, rimane fino all'ultimo minuto sul terreno di gioco, probabilmente ignaro di quanto stesse accadendo al di fuori. Se nel caso del 'Fideo' la famiglia è rimasta illesa, il padre dell'ex giallorosso è stato aggredito e sequestrato in casa da 'ladri particolarmente violenti'.

Fortunatamente lo stesso Marquinhos ha tranquillizzato i tifosi via social, rassicurando sulle condizioni dei familiari: "Stanno tutti bene".

'Furti particolarmente violenti' conclusi con un lieto fine

Al Parco dei Principi va in scena la gara tra Paris Saints-Germain e Nantes, terminata con un inaspettato crollo dei parigini per 1-2 in favore del Nantes.

Tuttavia, fuori lo stadio si vivono attimi di paura in casa Di Maria e Marquinhos; gli appartamenti dei giocatori sono stati oggetto, come riportato dai media francesi di 'ladri estremamente violenti', avvenuti durante l'incontro. Il brasiliano, forse all'oscuro dell'avvenimento, gioca tutto il match, apprendendo solo in un secondo momento l'evento consumatosi tra le mura domestiche.

Intorno alle 22.15 il direttore sportivo Leonardo, informato dei fatti relativi all'attaccante argentino, avvicina Pochettino svelando quanto stesse accadendo. A quel punto l'allenatore ordina tempestivamente il cambio, permettendo al calciatore di raggiungere i suoi cari. La moglie, seppur terrorizzata dall'episodio, ha riportato di non essersi accorta della presenza di estranei, in fuga con una piccola cassaforte e mezzo milione di refurtiva.

Secondo la ricostruzione dei media francesi una peggior sorte è spettata al padre di Marquinhos, aggredito dai ladri in giardino mentre dava da mangiare al cane. L'uomo è stato poi sequestrato per circa 40 minuti dentro la sua abitazione, prima che i malviventi scappassero con gioielli e circa 2.000 euro in contanti. A rasserenare i tifosi lo stesso ex romanista, che tramite i social precisa : "Nessuno si è fatto male, stanno tutti bene".

Rapina Di Maria e Marquinhos: non è la prima volta

Per Di Maria e Marquinhos non si tratta della prima furto ai loro danni. Il primo ne aveva uno subito già nel 2015, quando vestiva la maglia del Manchester United; proprio quella sventura condizionò la scelta del 'Fideo' di lasciare la Premier League per accasarsi a Parigi. Precedenti simili anche per il compagno di squadra, che solo un anno prima - gennaio 2020 - era riuscito a sventare un tentativo di intrusione nella propria dimora grazie al pronto intervento di una guardia privata. Stando alle ultime notizie, gli episodi attuali hanno avuto luogo simultaneamente, pur non presentando - al momento - alcun nesso tra loro.

Segui la nostra pagina Facebook!