Joao Mario pare essere completamente "rinato" in Portogallo, dopo essere tornato a casa nello Sporting CP. Il centrocampista, in prestito dall’Inter, è uno dei titolari inamovibili della squadra allenata da Ruben Amorim, attualmente in testa alla classifica del campionato lusitano. L'ex centrocampista nerazzurro è stato nominato migliore in campo nel pareggio d'alta classifica con il Porto. La sfida è terminata 0-0, ma lo Sporting si è confermato in testa al campionato con 55 punti.

Joao Mario rinato con lo Sporting Lisbona

Joao Mario fu acquistato dall'Inter nell’agosto 2016 sull’onda dell’entusiasmo per l’Europeo vinto dal Portogallo, in cui il mediano di origini angolane giocò da titolare tutte le partite.

Allora 23enne, era considerato una delle più belle promesse del calcio europeo. L’Inter pagò per averlo la cifra monstre di 40 milioni di euro più 5 di bonus.

Il centrocampista lusitano tra il gennaio e il giugno 2018 ha vestito la maglia del West Ham e poi ancora, nell’estate del 2019 si è trasferito in Russia per un’esperienza alla Lokomotiv. Non riscattato dal club moscovita, Joao Mario ha quindi fatto brevemente ritorno alla base, per poi trasferirsi di nuovo, questa volta in prestito secco, allo Sporting, ovvero nella società nella quale per la prima volta si era messo in luce ad alti livelli.

Proprio a Lisbona Joao Mario sembra essersi finalmente ritrovato. Il centrocampista ha offerto un rendimento importante, mettendo anche a segno due rete in diciassette presenze in campionato.

Contributo che ha permesso anche al club di essere in testa alla classifica della Primeira Liga, il campionato portoghese, con 55 punti, a più nove sul Braga secondo e a più dieci sul Porto. Proprio per questo lo Sporting, stando a quanto riportato da Record -giornale sportivo portoghese- starebbe pensando seriamente al suo acquisto a titolo definitivo.

Lo Sporting penserebbe al riscatto

Secondo il quotidiano portoghese lo Sporting Lisbona starebbe seriamente pensando al riscatto dall'Inter di Joao Mario, col presidente del club Frederico Varandas pronto a sostenere uno sforzo economico anche importante per l'acquisto a titolo definitivo del classe 1993. I Leoes, secondo la stessa fonte, intendono premiare l'importanza che il centrocampista ventottenne ha acquisito nelle scelte del tecnico Rúben Amorim, che ne ha fatto uno dei pilastri della squadra biancoverde.

Il problema ovviamente resta l'aspetto economico della questione, con il centrocampista in prestito dall'Inter che percepisce 3 milioni netti a stagione, esattamente il doppio rispetto al tetto salariale della società portoghese. Ovviamente l'Inter non si opporrà all'eventuale riscatto del giocatore, che da tempo ormai non rientra più nei piani della società. Il club nerazzurro, con cui Joao Mario ha ancora un vincolo contrattuale valido fino al 2022, vorrebbe infatti incassare non meno di 10 milioni di euro per il suo cartellino, soldi freschi in vista della prossima stagione e pure particolarmente utili, considerando la difficile situazione finanziaria di Suning.

La situazione di Dimarco

A fine stagione potrebbe esserci pure un'ulteriore entrata nelle casse dei nerazzurri grazie a un altro possibile riscatto: ovvero quello di Federico Dimarco.

Il classe 1997 sta disputando una super stagione al Verona e il patron Setti avrebbe manifestato la volontà di riscattare il giocatore. Inizialmente si pensava che l’Inter avesse il contro-riscatto sul giocatore, ma ora si sa che non è così. La cifra che dovrebbe pagare il Verona per acquistare definitivamente il terzino non è nota, ma si parla di circa 10 milioni.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!